Spoleto, cerca di strappare collanina a carabiniere fuori servizo: preso

Movida folle a Spoleto
di Ilaria Bosi
3 Minuti di Lettura
Lunedì 23 Agosto 2021, 08:30

SPOLETO Centro storico ancora una volta nella morsa della movida molesta. Nella notte tra sabato e ieri, nella zona di Piazza del Mercato, sono numerosi gli episodi che hanno avuto come protagonisti giovani, molto probabilmente in preda all’alcol. E se liti, schiamazzi e atti vandalici si verificano quasi puntualmente ogni notte, tra sabato e domenica si è registrato anche un tentativo di rapina impropria. Un 27enne straniero ha infatti cercato di sfilare la catenina dal collo di un passante, ma gli è andata decisamente male. Il passante in questione, infatti, era un carabiniere libero dal servizio, che ha avuto la prontezza di bloccare il giovane e allertare i suoi colleghi. Sul posto è subito arrivata una pattuglia della locale Compagnia (guidata dal capitano Aniello Falco), che ha avviato le procedure del caso. Il 27enne, che ha anche cercato di aggredire i militari giunti sul posto, è stato quindi tratto in arresto. Sul caso indaga la procura, sotto il coordinamento del magistrato di turno, dottor Vincenzo Ferrigno, è stato quindi arrestato. L’episodio della tentata rapina impropria non è stato purtroppo l’unico a funestare la folle notte di Piazza del Mercato. Poco prima, infatti, i residenti avevano allertato il 112 denunciando la lite in corso tra alcuni ragazzi. All’arrivo della pattuglia, tuttavia, i giovani – molto verosimilmente ubriachi - si erano già dileguati.

Una situazione, quella che continua a registrarsi nella zona di Piazza del Mercato, che per i residenti è diventata intollerabile. «Siamo in balia di orde di ragazzini ubriachi – è la denuncia di uno di loro – e non ne possiamo più. Ogni notte siamo costretti ad assistere impotenti a scorribande, raid vandalici, dispetti». Ad essere presa di mira non è soltanto Piazza del Mercato, ma anche i vicoli e le piazze della zona, che vengono scambiate spesso come toilette a cielo aperto. «Così si presenta stamattina Piazza Fontana», era stata la denuncia social fatta da una residente due giorni fa. «C’è chi ha scambiato la Piazza – aveva aggiunto, postando anche foto più che eloquenti – per un orinatoio». Ogni mattina, soprattutto nel fine settimana, i residenti del centro storico sono costretti a raccogliere letteralmente i cocci che restano delle serate brave. Bottiglie rotte, suppellettili divelte, resti di vomito e bisogni umani. «La situazione – denuncia chi abita in zona – è anche molto pericolosa, perchè alcuni di loro, forse in stato di alterazione da alcol e droghe, sono anche vendicativi». Qualche settimana fa, in Piazza della Genga, un residente ha anche esibito un cartello, rivolgendosi direttamente ai vandali. Un’iniziativa simbolica forte, che tuttavia non sembra aver sensibilizzato granché quella parte di giovani che, di notte, con il loro comportamento, tengono in ostaggio il centro storico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA