Cadavere in una pozza di sangue
Giallo ad Attigliano ma si fa strada l'ipotesi suicidio

Mercoledì 25 Novembre 2020

ATTIGLIANO - L'allarme è scattato alle 11 e 20 con una chiamata ai carabinieri di Alviano da parte di un passante che ha notato il corpo di un uomo riverso a terra in un lago di sangue.

Accanto al cadavere, che giaceva accanto ad un muretto, un coltello, il cui ritrovamento ha fatto scattare serrate indagini dei militari per ricostruire le circostanze di quella che in un primo momento appariva una morte violenta causata da diverse coltellate all'addome.

Al lavoro i carabinieri di Attigliano e i colleghi del nucleo investigativo di Terni, che stanno scandagliando nella vita della vittima per escludere altre ipotesi rispetto a quella del suicidio, che al momento appare privilegiata.

L'uomo, 59 anni, albanese che da qualche tempo viveva in zona, pare avesse scoperto di essere affetto da una grave malattia, circostanza che potrebbe averlo sconvolto al punto da decidere di farla finita. Le indagini proseguono a 360 gradi

Ultimo aggiornamento: 21:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA