Miglioramento della Flaminia tra Terni e Spoleto: l’Anas Umbria programma una serie di lavori.

Traffico intenso sulla Flaminia tra Terni e Spoleto
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 17 Giugno 2020, 17:06

Potrebbe diventare una vera dorsale quando tutti gli interventi saranno realizzati: l’Anas ha annunciato di aver dato il via ai lavori di progettazione per undici cantieri che miglioreranno la viabilità nella tratta tra Terni e Spoleto della Via Flaminia, già colpita di recente dalla chiusura di un viadotto. I responsabili della Struttura Territoriale Anas Umbria e del progettista incaricato “COOProgetti”, alla presenza della Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei e dell’Assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti Enrico Melasecche, hanno dato il via agli atti di consegna.

La progettazione riguarderà, in particolare, undici interventi del valore complessivo di 14,3 milioni di euro, finalizzati a risolvere le principali criticità dovute alla conformazione del tracciato, innalzando gli standard di sicurezza, migliorando il comfort di guida e la fluidità della circolazione.
Non è che la soluzione sia dietro l’angolo in quanto una volta ultimata la progettazione sarà avviato l’iter di approvazione del progetto e, a seguire, la procedura di appalto per l’affidamento dei lavori ma gli interventi sono già inseriti in un piano aggiuntivo in corso di definizione per il finanziamento.

Nel dettaglio, l’ipotesi progettuale prevede:

  • Allargamento di quattro curve di stretto raggio dal km 105,800 al km 106,800 mediante la parziale demolizione della parete rocciosa di monte e la costruzione di opere di sostegno, migliorando così la visibilità e la capacità di iscrizione in curva da parte dei veicoli, specialmente quelli pesanti.
  • Miglioramento di due intersezioni a raso esistenti con la realizzazione di due rotatorie al bivio Molinaccio e poco più in giù, eliminando le manovre di svolta a sinistra.
  • Realizzazione di tre corsie di marcia aggiuntive in salita per i veicoli lenti nella parte finale della salita della Somma, al fine di evitare code e manovre azzardate di sorpasso;
  • Sistemazione degli incroci a raso della viabilità di accesso al centro abitato di Strettura con la Flaminia;
  • Installazione di segnaletica luminosa e potenziamento della segnaletica verticale e orizzontale per migliorare la sicurezza del bivio per Montebibico;
  • Miglioramento del bivio per Mustaiole e Sustrico;
  • Miglioramento del bivio per la zona Testaccio, mediante realizzazione di una breve complanare per ridurre il numero di innesti a raso e accessi alla SS3 in quel punto.
  • Realizzazione di una rotatoria in sostituzione dell’attuale innesto a raso per Monteluco/Spoleto Sud;
  • Realizzazione di una passerella pedonale in prossimità dello stesso incrocio al fine di garantire l’attraversamento dei pedoni in sicurezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA