CORONAVIRUS

Terni, al posto degli arcobaleni gli striscioni con "Cristo è risorto"
Messe e preghiere su youtube: la Pasqua è sempre più social

Domenica 12 Aprile 2020 di Riccardo Marcelli
Terni, al posto degli arcobaleni gli striscioni con "Cristo è risorto" Messe e preghiere su youtube: la Pasqua è sempre più social

La vita si fa storia. La Pasqua ai tempi del Coronavirus pure. Le cerimonie per festeggiare la ricorrenza religiosa, saranno celebrate tutte via social. Il Covid-19 ha cambiato pure le relazioni sociali. Così qualcuno per restare vicini ai propri amici o familiari ha organizzato vere e proprie maratone alla Mentana alimentate da tablet smartphone e naturalmente televisioni idonee. Ma anche la cultura del mangiare ha subìto le sue influenze con decine di famiglie che hanno prenotato il pranzo a coloro che effettuano consegne a domicilio. C'è la prima volta per tutto. E nel 2020 è proprio il succo di tutto ciò. Sembra lontano anni luce il giorno in cui per la prima volta Papa Giovanni Paolo Secondo impartì la benedizione Urbi et Orbi anche attraverso i nuovi canali della comunicazione sociale. Una rivoluzione che oggi viene premiata. Quella del 2020, infatti, sarà ricordata per sempre anche a Terni la prima Pasqua social affinché ognuno di noi possa raccontarla e fissarla nella memoria, parafrasando un passo della Bibbia.
L'appuntamento. Il vescovo di Terni Giuseppe Piemontese questa mattina ha celebratola Santa Messa a porte chiuse ma in diretta Youtube e Facebook. Per l'occasione pure Teleterni trasmetterà la celebrazione. Al Santuario di San Francesco, la messa di Resurrezione verrà trasmessa alle ore 10 sulla pagina Facebook Salesiani Terni. In questo caso però c'è pure un invito, quello di esporre dalla finestra o dal balcone una tovaglia, un lenzuolo di color bianco contente la scritta Cristo è risorto. Alle 12,45, invece, il parroco impartirà la benedizione dalla terrazza della casa salesiana, gesto che potrà essere seguito sempre su Facebook. Don Sergio dalla Concattedrale di Narni ha vissuto la Passione aggiornando continuamente le pagine Facebook La scorsa notte, invece, Don Luca Andreani insieme agli altri parroci della zona pastorale Terni Nord hanno effettuato la Veglia Pasquale su YouTube alla voce Parrocchia nostra Signora di Fatima. Le parrocchie della Diocesi erano tutte attrezzate? Qualcuna si, qualcun'altra no. Per tutti l'Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali ha messo a punto una vera e propria guida affinché la celebrazione si gradevole oltre che coinvolgente. Il sindaco di Terni Leonardo Latini dopo aver fatto visita insieme ai componenti della Giunta ai cimiteri civici ternani, ha consegnato un uovo gigante offerto dalla cioccolateria Calvani all'Ospedale Santa Maria.

A tavola. Sempre al personale medico ed infermieristico sono arrivati i babà del ristorante Lo scugnizzo. Questo apre un altro capitolo della Pasqua ternana, quello delle consegne a domicilio. Per il pranzo odierno ma anche di domani, sono molti i ristoranti a proporre un menù con i piatti della tradizione, organizzando appunto un servizio di consegna direttamente a casa dei commensali. Il menù di Mio Bio per esempio è di 35 euro, quello della trattoria La Mora 25, mentre la Macelleria Pucci propone il pranzo a 24 euro con le sue specialità, Lu Pilottu suggerisce naturalmente pure il pesce. La pizzeria dell'Orologio, invece, si è contraddistinta per la consegna di uova pasquali di Milan e Juventus che ha strappato il sorriso di qualche giovane tifoso. Per il lunedì di Pasquetta, invece, l'appuntamento per molti cittadini sarà il balcone di casa che ospiterà dei veri e propri party. E magari chi ha la possibilità di abitare dalle parti di Luca Ciccio Costantini di ascoltare pure qualche bella canzone. Per la solidarietà di palazzo c'è pure chi ha donato un pensiero a tutti i condomini.

Ultimo aggiornamento: 15:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA