Matrimonio in carcere a Terni: Un detenuto condannato per rapina sposa la sua compagna

Matrimonio in carcere a Terni: Un detenuto condannato per rapina sposa la sua compagna
di Nicoletta Gigli
2 Minuti di Lettura
Giovedì 13 Gennaio 2022, 19:34 - Ultimo aggiornamento: 21:06

TERNI - Lui ha 40 anni, è romano e nel reparto media sicurezza del carcere di Sabbione sta scontando una condanna per rapina. Lei, coetanea, è arrivata nel penitenziario ternano per convolare a nozze col compagno di sempre.

Il matrimonio è stato celebrato questa mattina alle 11 dal consigliere comunale di Senso Civico, Alessandro Gentiletti. Una breve e sentita cerimonia che si è svolta nella sala delle udienze. Dopo il matrimonio alla coppia sono state concesse in via straordinaria due ore di colloquio.

I due sono in attesa di poter vivere la quotidianità da settembre prossimo quando per il quarantenne, in cella dal 2018, giungerà il fine pena. 

"Un momento emozionante e significativo" sottolinea Gentiletti. Che ringrazia "chi dirige la casa circondariale di Terni e chi ci lavora con professionalità e abnegazione" ed esprime "vicinanza ai detenuti che ci vivono". 

Quello di oggi è il primo matrimonio celebrato in carcere dal momento in cui è esplosa l'emergenza covid. Dal penitenziario si sottolinea "la grande sinergia tra il personale dì polizia penitenziaria dell’ufficio comando e i funzionari dello stato civile del Comune dì Terni per la celebrazione di matrimoni, per i riconoscimenti di figli, per il rilascio e rinnovo delle carte d’identità".

© RIPRODUZIONE RISERVATA