Marghera, vengono da Terni
gli operai ustionati
Cisl: «Vicini alle famiglie»

Venerdì 15 Maggio 2020
Vengono da Terni i due operai rimasti coinvolti nel terribile incendio esploso oggi a Porto Marghera in una ditta di prodotti chimici. Di nazionalità straniera, lavorano per conto di una ditta ternana che si  occupa di impianti elettrici industriali. Feriti gravi, ustionati entrambi, uno elitrasportato all'ospedale di Verona. Il secondo è stato trasportato prima all'ospedale di Dolo e poi a quello di Padova. 
La Fim Cisl Umbria esprime solidarietà e vicinanza alle famiglie dei lavoratori ternani che sono stati coinvolti nell’incidente di Marghera.
«L’incidente ci lascia ancora una volta sgomenti ed addolora tutta la comunità ternana – dichiara la Segreteria della Fim Cisl Umbria- Siamo vicini alla famiglia, agli amici ed ai colleghi dei lavoratori coinvolti. Nella consapevolezza che non basta solo indignarsi, come Fim siamo consapevoli che serve una cultura diffusa che garantisca la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro di tutte le persone. Il diritto alla sicurezza di un lavoratore è un bene assoluto che nessuno può cancellare».

  Ultimo aggiornamento: 16 Maggio, 13:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani