No al depotenziamento degli ospedali di Narni e Amelia: manifestazione di Cgil, Cisl e Uil e 1800 firme raccolte

Giovedì 19 Novembre 2020
Consegna dello scatolone con le firme al sindaco di Narni Francesco De Rebotti

La cassetta di cartone contenente milleottocento firme è stata consegnata materialmente nelle mani del sindaco Francesco De Rebotti stamattina, 19 novembre, davanti all'ospedale di Narni. A portarla sono stati i sindacati dei pensionati di Cgil, Cisl e Uil che aveva fatto girare la petizione contro il depotenziamento degli ospedali di Narni e di Amelia. Oltre alle forme c'era anche la lettera che il sindaco dovrà consegnare insieme alle firme alla presidente della Giunta regionale Donatella Tesei ed all'assessore regionale alla sanità, Luca Coletto. La richiesta dei pensionati è quella di rimettere in funzione le tre sale operatorie dell'ospedale di Narni per ripristinare i livelli di assistenza pre-covid. Il Sindaco de Rebotti, nella breve cerimonia, ha fatto un plauso ai sindacati dei pensionati ricordando che lo schema della sanità nel territorio rimane immutato con la costruzione di un ospedale come quello di Cammartana. Ha anche affermato che la chiusura delle sale operatorie può avere avuto un aspetto contingente ma che in tempi brevissimi dovranno essere ripristinate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA