Perugia, ciclone Romizi: «Vittoria dedicata ai miei concittadini. Ora aumentano le responsabilità». Tutti i voti lista per lista

La stretta di mano a Palazzo dei Priori tra Romizi e Giubilei
8 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Maggio 2019, 15:52 - Ultimo aggiornamento: 28 Maggio, 11:28

PERUGIA - Una vittoria schiacciante. Intravista fin dalle prime sezioni scrutinate e certificata con il passare delle ore. Andrea Romizi confermato sindaco con percentuali sempre intorno al 60 per cento: 59,80 per l'esattezza è la percentuale finale, per un totale di 52mila voti. «È una grande soddisfazione anche perché questa volta si giudicava l'operato dell'amministrazione comunale, un premio anche alla composizione dell'alleanza tra partiti e liste civiche che dimostra come ci sia una città che si sta muovendo e risvegliando, mettendo a disposizione tante competenze» ha detto Romizi. Il principale antagonista nella corsa a sindaco, Giuliano Giubilei, si è fermato al 26,59% corrispondente a 23mila voti.

I NUMERI
Complessivamente per i candidati sindaco hanno votato 89.567 perugini su un totale di 128.789 elettori (e cioè il 69,58%). Il totale dei voti validi è 86.966, con 832 schede bianche, 1.757 nulle e 12 contese. Questi i voti e le percentuali, lista per lista.


Lista                                                                                Voti             Percentuale
ALTERNATIVA RIFORMISTA                                         275                 0,32 % 
PERUGIA PARTECIPATA                                               240                 0,28 %
GIOVANE PERUGIA                                                       534                  0,63 % 
BLU                                                                              2.153                 2,53 % 
FORZA ITALIA                                                              
4.873                 5,72 % 
PERUGIA CAPITALE VERDE                                      
1.239                 1,46 % 
PROGETTO PERUGIA                                               12.641               14,84 % 
PERUGIA CIVICA                                                          
5.319                6,25 % 
FRATELLI D'ITALIA                                                     10.801              12,68 % 
LEGA SALVINI                                                             12.813              15,05 % 
#NOICITTADINI                                                              1.069               1,26 %
COSCIENZA VERDE                                                      1.515              1,78 % 
PERUGIA CITTA' IN COMUNE                                       1.575              1,85 % 
PARTITO DEMOCRATICO                                           14.633             17,18 %
IDEE PERSONE PERUGIA                                            5.131               6,03 % 
SOCIALISTI-ARTICOLO UNO-CIVICI POPOLARI        1.547              1,82 % 
PERUGIA IN EUROPA                                                    
1.667              1,96 % 
MOVIMENTO 5 STELLE                                                  
5.942              6,98 % 
CASAPOUND ITALIA                                                        
412              0,48 % 
PERUGIA CON IL CUORE                                                
448               0,53 % 
NAZIONE E FUTURO                                                           74                0,09 % 
IL POPOLO DELLA FAMIGLIA                                          
253                0,30 % 

LA CRONACA
Ore 02.50 Completato lo spoglio delle 159 sezioni: Andrea Romizi ufficialmente sindaco con 52.006 voti (corrispondente al 59,80 per cento delle persone andate a votare), seguono Giuliano Giubilei con 23.122 (26,59%), Francesca Tizi con 5.966 (6,86%), Katia Bellillo con 1.536 (1,77%), Giordano Stella con 1.507 (1,73 %), Cristina Rosetti con 1.148 (1,32%), Carmine Camicia con 508 (0,58%), Marco Mandarini con 516 (0,59%), Antonio Ribecco con 415 (0,48%) e Salvatore Iacobelli con 242 (0,28%).

Ore 00.07 Mancano otto sezioni per chiudere lo spoglio e Romizi è vicino ai 50mila voti. A livello di liste, il Partito Democratico resta la più votata a Perugia con il 17,27% (13mila voti), seguito dalla Lega al 15,11 (12.079) e da Progetto Perugia al 14,81 (11.833).  Fratelli D'Italia sfonda il muro delle 10mila preferenze, mentre i 5Stelle sono al 7 per cento.

Ore 21.20 Francesca Tizi, candidata sindaca per il MoVimento 5 Stelle commenta così l'esito elettorale: «I cittadini hanno scelto di continuare l’esperienza Romizi, e la democrazia va sempre rispettata. A lui auguro buon lavoro. Il mio lavoro di consigliera sarà in linea con quanto promesso in campagna elettorale, all’insegna della trasparenza e della difesa dei diritti dei cittadini comuni. Il M5S in questa tornata elettorale ha sofferto nella maggioranza dei Comuni italiani e alle europee. L’astensionismo che una volta riuscivamo a mobilitare, stavolta è rimasto a casa. Questo è ciò su cui dobbiamo riflettere. So tuttavia che noi tutti abbiamo dato il massimo e ringrazio quindi i candidati della nostra lista, gli attivisti e gli elettori che hanno accettato di prendere parte a questa sfida ambiziosa».

Ore 20.20 «Il risultato di Andrea Romizi è dato dal fatto che a parte i meriti della sua coalizione i 5 Stelle gli hanno dato generosamente il sangue»: questo il primo commento del candidato sindaco per il centrosinistra Giuliano Giubilei, per il quale quello che hanno fatto gli elettori dei 5 Stelle è «il dato matematicamente e politicamente più significativo». «I 5 Stelle alle europee hanno il 13% e per le comunali a Perugia il 6.5 - ha spiegato Giubilei - e quindi mentre con una mano facevano la croce al simbolo 5 Stelle su una scheda con l'altra davano il voto ad una lista di Romizi». Per Giubilei «se non ci fosse stato quell'apporto, probabilmente si sarebbe andati al ballottaggio». Anche il quadro nazionale è quello che è e quindi tutto ha contribuito a spingere Romizi verso questa vittoria netta».

Ore 19.40 Oltre alla telefonata, c'è anche la stretta di mano a Palazzo dei Priori tra Andrea Romizi e Giuliano Giubilei.

Ore 19.15 Le prime parole di Andrea Romizi: «Dedico la vittoria ai miei concittadini. Ora aumentano le responsabilità. Siamo ovviamente soddisfatti perché si veniva misurati per quanto fatto in questi anni ma ora ci aspettano subito grandi impegni. Ne abbiamo diversi, belli caldi: il piano mobilità con la nuova gara di trasporto pubblico, e ancora Fontivegge oltre a vari interventi di recupero in corso. Intendiamo ulteriormente seminare. Ci sono cose che richiederanno tempo per venir fuori ma è una delle nostre peculiarità quella di ragionare con lo sguardo lungo per dare nuove prospettive al nostro territorio».

Ore 19 Giuliano Giubilei chiama Romizi per fargli le congratulazioni: a questo punto si attende solo che il sindaco rieletto rilasci le prime dichiarazioni.

Ore 18.51 «Cauta soddisfazione» viene espressa dall'on. Emanuele Prisco, FdI, sui risultati delle elezioni per il Comune di Perugia. «Siamo ancora prudenti e aspettiamo dati più certi - ha detto il parlamentare appena arrivato a palazzo dei Priori - ma a quanto pare andiamo verso la riconferma di Andrea Romizi con un voto che va a premiare un sindaco e una amministrazione che hanno quindi dato le risposte che Perugia aspettava da tempo». Secondo Prisco «siamo stati premiati per radicamento e liste messe in campo e la città ci chiede di continuare a lavorare sui
progetti messi in campo». L'on. Prisco ha parlato anche del «buon risultato ottenuto a livello regionale e anche a Perugia» da Fratelli d'Italia.

Ore 18.50: secondo quanto riferisce il sito del Comune, Romizi sfonda il muro delle 17mila preferenze e torna sopra al 60% con 59 sezioni scrutinate su 159. Giubilei resta stabile (26,5%) con quasi 7500 voti, così come la Tizi (6,78% e 1903 voti). I voti validi sono 28.053 (97,08 %), le schede bianche 281 (0,97%), quelle nulle 563 (1,95%) e quelle contese 0. A livello di liste ancora in testa il Pd (17,43%), seguito da Lega (16,27) e Progetto Perugia (15,32). Bene anche Fratelli d'Italia (12,28).

Ore 18: con 36 sezioni scrutinate su 159, Romizi ha superato i 9mila voti, oltre il doppio rispetto ai 4200 di Giubilei. In percentuale, il sindaco uscente è attestato al 59,46% mentre il principale sfidante sale al 27. La Tizi terza al 6,61%. Va sottolineato come, sul versante voti alle liste, il Pd ha al momento il risultato migliore con il 18,04% seguiti da Progetto Perugia e Lega rispettivamente con 15,43 e 15,19 per cento. 

Ore 17.30: con 25 su 159, Romizi è al  60,93%, Giubilei al 25,90%, Tizi al 6,50%, Bellillo 1,81%, Stella 1,54%, Rosetti 1,31%, Mandarini 0,71%, Camicia 0,61%, Ribecco 0,40 e Iacobelli 0,27. Totale voti validi 10.582, schede bianche 113, schede Nulle 199, schede contese 0.

Ore 16, 30: con 10 sezioni scrutinate su 159 Romizi si attesta al 61%, Giubilei al 25,6%, Tizi al 7,4%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA