Lega, espulso l'assessore regionale Enrico Melasecche

Bufera Lega, espulso l'assessore regionale Enrico Melasecche
2 Minuti di Lettura
Martedì 10 Agosto 2021, 12:15 - Ultimo aggiornamento: 16:02

PERUGIA  - La politica regionale si incendia alla viglia di Ferragosto. La Lega mette alla porta Enrico Melasecche, espellendo l'assessore che non si è mai dimesso da consiglire regionale. Ma anche altri contrasti hanno portato alla decisione resa nota con un comunicato in tarda mattinata.

Durigon: dimissioni o sfiducia. Draghi (per ora) non interviene, ma a settembre il governo non rischia

L'espulsione di Enrico Melasecche

«La Lega Umbria comunica l’esclusione di Enrico Melasecche dalle liste degli iscritti al partito con decorrenza immediata. Il provvedimento intrapreso rappresenta un atto politico dovuto e legittimo, adottato in conseguenza del venir meno del rapporto di fiducia con il partito e dall’incompatibilità tra il suo operato e gli obiettivi proposti dalla Lega nell’ambito di governo regionale, oltre che dal mancato adempimento delle norme statutarie della Lega. Alla luce di tale espulsione la Lega diffida Enrico Melasecche dall’agire e dal parlare in nome e per conto del partito». Un atto che avrà ripercussioni anche sulla giunta regionale con la palla che passa alla presidente Donatella Tesei che dovrà valutare eventuale scelte dopo l'accelerazione della Lega.

Ius soli tra guerra di parole e propaganda: quando entra nell'agenda di governo

© RIPRODUZIONE RISERVATA