«Le sfide del futuro» di Terni, iniziano i seminari di Ingegneria e Comune per parlare di futuro, tecnologia e ambiente

Martedì 23 Febbraio 2021 di Beatrice Martelli
Foto dal sito del Polo Universitario di Terni

TERNI        È la Terni che guarda al futuro, la Terni dell’università e della ricerca, quella che sarà teatro virtuale, a partire dalla giornata del 23 febbraio, dei seminari «Le sfide del futuro: Ingegneria Industriale a Terni». Gli incontri, naturalmente, a causa della pandemia sono stati organizzati solo online, e coinvolgeranno anche gli studenti del quarto e del quinto anno delle scuole superiori della città. Ma non solo, sono aperti a tutti; il taglio è infatti divulgativo, e ci si concentrerà su argomenti di attualità, tecnologie e ambiente specialmente. I docenti universitari del Polo scientifico didattico di terni, che ha organizzato l’iniziativa in collaborazione con l’assessorato all’Università, si distribuiranno in un calendario che prevede nove incontri, fino a fine maggio. Si parlerà con Antonio Faba di moderne tecnologie - in particolare di «collaudo e certificazione di apparecchiature elettriche ed elettroniche per l'industria e l’aerospazio» -, ma anche della produzione dell’energia in modo innovativo, con l’idrogeno, grazie a Giovanni Cinti, dei «sistemi di elaborazione» nella vita quotidiana, spiegati da Pietro Burrascano; Andrea Di Schino porterà studenti ed esterni nel mondo della stampa 3d di materiali metallici, mentre torneranno sull’attuale tema dell’idrogeno Federico Rossi e Mirko Filipponi, illustrando stavolta l’economia e «le principali tecnologie per la produzione accumulo e trasporto ed utilizzazione dell’idrogeno evidenziando anche aspetti di natura economica e di accettabilità sociale». Luca Valentini e i suoi tesisti parleranno di come «progettare un ambiente interattivo con nanostrutture intelligenti», mentre «Plastica compostabile o riciclabile?» è il titolo dell’intervento di Debora Puglia. Proseguirà Luigi Torre presentando «una panoramica sulle applicazioni più promettenti dei materiali compositi avanzati», e chiuderanno Rossi e Filipponi concentrandosi sul tema urgente del riscaldamento globale, con «previsioni, conseguenze e possibili mitigazioni». Si può accedere ai seminari tramite il sito del Polo universitario o quello del Comune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA