Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Le erbe della Valnerina per la festa di primavera. Gli appuntamenti del mese

Le erbe della Valnerina per la festa di primavera. Gli appuntamenti del mese
di U.G.
3 Minuti di Lettura
Venerdì 8 Aprile 2022, 13:41

La Valnerina in questo periodo dell’anno trasuda di verde, fiori, erbe naturali. Il fiume Nera dà un tocco di magico a questa primavera, cantata dai poeti e vissuta dagli abitanti come qualcosa di unico nel panorama provinciale. Ma per assaporare ancora di più la sua magia, bisogna conoscere le erbe spontanee, quelle commestibili e non, quelle che hanno rappresentano ed ancora lo sono, le medicine naturali delle nostre nonne. Qualcuno a Torre Orsina ha voluto che storie e tradizioni non finissero nel dimenticatoio ed ha dato vita, ormai da più di dieci anni, al Centro iniziative ambientali. Tutto questo grazie a Enrico Bini, grande conoscere di funghi, erbe e fiori. Come ogni anno ha coinvolto in questa festa di primavera l’intero territorio della valle del Nera. Questa volta grazie al comune di Montefranco e al convento di san Bernardino. Il titolo della carrellata primaverile è  stata chiamata “Saperi e sapori di Primavera… in herbis salus”. Gran parte degli eventi si svolgeranno presso il convento  in un arco di tempo compreso tra il 9 aprile e il 19 giugno. «La manifestazione si prefigge principalmente lo scopo di far conoscere e valorizzare l’immenso patrimonio ambientale, naturalistico,  storico e culturale -  spiega il presidente Enrico Bini-  di cui ancora dispone questa importante fetta di territorio della valle del fiume Nera. Come le precedenti, anche in questa edizione, intende far conoscere alle persone le più comuni piante, arbusti e i loro frutti, le erbe spontanee e il loro uso nella cucina popolare Umbra, che per la cura e il benessere dell’uomo». Gli eventi inizieranno sabato 9 aprile alle 17 con l’iniziativa “Come riconoscere le erbe commestibili da quelle pericolose” a cura del micologo Bini presidente del Ciav. Il programma prevede anche una cena (ore 20 su prenotazione al 329/7939827) a base prevalentemente di erbe spontanee. Ulteriori eventi nel mese di aprile sono stati calendarizzati per la giornata di Pasquetta e di sabato 23 aprile. Allora vediamoli questi appuntamenti. Lunedì 18  “Passeggiata alla ricerca delle erbe, fiori e  piante spontanee lungo il cammino di san  Bernardino”. Ore 09.00 ritrovo, registrazione dei  presenti e partenza dal parcheggio del  convento. Ore 12.00 rientro presso la struttura  e colazione di Pasqua a base di prodotti  tipici della tradizione  (coratella, pizza di formaggio, uova,  frittata pasqualina). Costo esperienza più colazione pasquale € 35,00 a persona. Prenotazione obbligatoria.,  contattare  il numero 329/7939827. Auditorium di Montefranco sabato  23. Ore  17.30 “Le erbe aromatiche” a cura di Enrico  Bini .  Alle 18.15 “Il benessere in una tazza, fra  tisane, decotti e...” a cura di Maria Rita Sisini  “Farmacia Fatati di Collestatte Piano”. La partecipazione è libera. Questo riguarda il mese di aprile ma la festa di primavera dura fino a giugno. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA