Perugia, a pezzi la lapide che ricorda le donne antifasciste condannate dal tribunale speciale

Domenica 27 Settembre 2020
Perugia, la lapide finita in pezzi

PERUGIA - Una lapide a terra. Un segno della memoria andato in frantumi. Ad avere la peggio è la pietra che ricorda le donne antifasciste detenute nel vecchio carcere femminile cittadino che, come riporta il testo, vennero condannate dal tribunale speciale tra il 1928 e il 1943. Affissa alle mura della vecchia struttura su via del Parione (lato scuola), la lapide di forma rettangolare era priva di sostegni e attaccata al muro con cemento. Potrebbe essere forse questa, cioè la precaria collocazione (durata però tanti anni, dall’affissione nell’ottobre del 1979) la motivazione della caduta a terra. Anche se c’è chi pensa ad altro. Chi si è accorto dell’accaduto ha pensato anche ad un atto vandalico. Una possibilità che non è da escludere visto che di gesti simili a danno di beni pubblici più o meno grandi, negli anni, ce ne sono spuntati vari. Sembra comunque più probabile che il nubifragio delle scorse ore sia la causa principale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA