La Fiera dei morti diventa digitale: ecco come

Venerdì 30 Ottobre 2020

PERUGIA - Quest’anno la tradizionale Fiera dei Morti  di Perugia che si svolge nei primi giorni di novembre non si terrà a causa dell’emergenza Covid-19. Sono circa 500 gli operatori commerciali che partecipano ogni anno a quella che è “la fiera più grande del Centro Italia” con i loro stand: dall'abbigliamento agli articoli per la casa, dai prodotti artigianali alla gastronomia, con la presenza - in particolare - dei prodotti tipici provenienti da diverse regioni italiane e l'artigianato di qualità delle città gemellate con Perugia.

Pur essendo l’edizione di quest’anno annullata, per mantenere viva questa importante tradizione fieristica, il Comune di Perugia ha implementato un nuovo servizio digitale di supporto per le future edizioni della Fiera. È stata creata una mappa virtuale dall’Unità operativa Servizi alle imprese del Comune di Perugia grazie anche alla collaborazione dei volontari del Servizio civile nazionale: Antonio Villani, Emanuele Tepatti e Nicola Goretti (nell’ambito del progetto “Economia della conoscenza tra P.A e imprese on-line). Attraverso la mappa virtuale che verrà pubblicata sul sito http://fieradeimorti.comune.perugia.it/, i visitatori potranno conoscere quali sono gli operatori commerciali presenti, dove è localizzato esattamente il loro stand e anche la possibilità, cliccando sul nome dell’operatore, di visitare il loro sito o la loro attività di e-commerce se presente. Centocinquanta operatori commerciali hanno già inviato la scheda compilata e firmata con i loro dati merceologici e di contatto all’indirizzo: commercioambulanti@pec.comune.perugia.it per collaborare alla realizzazione della mappa. Sul sito anche un video realizzato dall'Unita operativa Cultura che racconta la storia della Fiera dei Morti. «La Fiera - ha dichiarato l’assessore al Commercio Clara Pastorelli - è una delle tradizioni più sentite dai perugini, nonchè un’iniziativa di rilevanza economica che porta a Perugia operatori commerciali da tutta Italia e anche dalle città gemellate fuori dall’Italia. La mappa virtuale della Fiera dei Morti è uno strumento per supportare e migliorare le prossime edizioni della Fiera che indica una tendenza verso la digitalizzazione dei servizi economici offerti dal nostro Comune».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA