Sabato a Palazzo della Penna live
del contrabbassista Pietro Paris che
presenterà il suo album Underneath

Sabato a Palazzo della Penna live del contrabbassista Pietro Paris che presenterà il suo album Underneath
di Michele Bellucci
2 Minuti di Lettura
Martedì 18 Gennaio 2022, 19:42

PERUGIA - Sarà presentato questo sabato a Palazzo della Penna Underneath, l’album d’esordio del contrabbassista perugino Pietro Paris (due set, alle 19.30 e alle 21.30). Sul palco il quartetto che ha collaborato alla realizzazione dell’album, composto dal trombettista Paolo Petrecca, dal pianista Manuel Magrini e dal batterista Lorenzo Brilli, con l’ospite speciale Lorenzo Bisogno al sassofono tenore. Un lavoro che si pone come obiettivo quello di scavare al di sotto della superficie, procedendo in verticale attraverso la musica, verso il basso. Una prospettiva spesso ignorata nel nostro presente, ma che nella musica può trovare un suo naturale punto di fuga. Tutti i brani sono dedicati a persone, momenti o pensieri che hanno un intimo legame con tali profondità, dai grandi nomi del Jazz passando per personaggi come Albert Camus, Euripide o il poeta Elliot. Underneath è anche un tributo alla comunità di amici e musicisti che hanno accompagnato Paris durante la sua carriera. Musicisti che hanno partecipato alla registrazione delle tracce e che, oltre ai già citati, vede anche la presenza di Leonardo Radicchi al clarinetto basso e Ruggero Fornari alla chitarra. Un album in cui contrabbasso asseconda gli spazi e la voce della tromba di Petrecca e del piano di Magrini, sorretti dall’agile batteria di Brilli. Ma in questo gioco delle parti, Paris è anche un regista attento che sa mettersi in ascolto, offrendo spunti e condividendo iniziative. Gli otto brani originali che costituiscono l’album sono costruiti su forti idee tematiche che spaziano dal “post bop” alle atmosfere più avanguardistiche, sfociando in liberi spazi improvvisativi.

Pietro Paris, classe 1984, dopo una Laurea di primo livello in Fisica ha deciso di dedicarsi completamente alla musica, di cui era appassionato fin da giovanissimo. Prima gli studi a Siena Jazz, poi i primi concerti in Italia e all’estero, oltre a viaggi formativi come quello a Parigi e a New York. Scelte e viaggi capaci di segnare il suo percorso formativo e artistico, offrendo spazio a melodie ampie, puntualità di esecuzione, libertà di fraseggio e improvvisazione. Per partecipare ai concerti, che sono a ingresso gratuito, è obbligatoria la prenotazione; per riservare un posto basta inviare una mail a hatandbeard.event@gmail.com oppure chiamare il 329.6376674. La serata è realizzata in collaborazione con Munus Arts & Culture, Bio Art Cafè, Associazione Hat and Beard, T-Trane Record Store e Jam 2.0 Music School.

© RIPRODUZIONE RISERVATA