L'appello di Avis Foligno: «C'è carenza di sangue, andate a donare e fatelo prima possibile»

L'appello di Avis Foligno: «C'è carenza di sangue, andate a donare e fatelo prima possibile»
di Giovanni Camirri
2 Minuti di Lettura
Martedì 8 Settembre 2020, 21:37

FOLIGNO - “C’è carenza di donazioni di sangue e per questo domenica 20 settembre il Servizio Immunotrasfusionale dell’ospedale “San Giovanni Battista” effettuerà una apertura straordinaria dalle 7.30 alle 10.30. Per questo invitiamo tutti a donare in questa particolare situazione”. A lanciare l’appello è emanuele Frasconi, presidente di Avis Foligno. “siamo in presenza – prosegue Frasconi – di necessità di donazioni finalizzate alle trasfusioni. Gli interventi posticipati da marzo, aprile e maggio ora stanno avendo seguito e per questo serve sangue”. Per capire la situazione arrivano in aiuto i numeri. E ad analizzarli è ancora il presidente Frasconi. “Al 31 agosto scorso – dice – abbiamo avuto 2.126 donazioni di sangue. Rispetto allo stesso periodo dell’anno passato siamo sotto di 202 donazioni. Va bene invece il plasma che conta al 31 agosto di quest’anno 298 donazioni spiegando così come questo ambito proceda speditamente. Altra questione no secondaria è quella dei nuovi soci avis. Nel periodo fino ad agosto dello scorso anno eravamo a quota 145, quest’anno siamo a 108. La gente si sta riavvicinando ma serve molto di più. Soprattutto perché – prosegue – la donazione di sangue è un’azione importantissima che va a favore di tutti. Chi dona non sa chi sarà che riceverà il suo sangue o il plasma. Proprio per questo voglio lanciare un appello a nome di Avis Foligno affinché sempre più persone vengano a donare prima possibile. E venite a donare il 20 in occasione di questa apertura straordinaria: per farlo ci si dive prenotare e lo si può fare contattando i numeri telefonici 0742350630 e 3357908239. Con l’occasione – ricorda ancora – voglio ringraziare a nome mio, di Avis Foligno e di tutti i donatori la dottoressa Marta Micheli, responsabile del Sit e tutto il personale del Servizio Immunotrasfusionale per la grande sensibilità e professionalità che dimostrano nella crescita – conclude – della cultura della donazione”. Con un piccolo gesto, come la donazione di sangue, si può fare davvero molto. E lo si può fare in favore della comunità locale e di tutte le comunità regionali, nazionali ed internazionali realizzando il senso vero del dono: ci si mette a disposizione senza sapere a chi andrà ciò che si dona, ma nella piena consapevolezza di aver compiuto un gesto che può salvare vite umane. Con poco, quindi, si può fare tantissimo e come ricorda il presidente Frasconi: “andate a donare sangue e plasma quanto prima”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA