L'aeroporto dell'Umbria vale 250 milioni di pil e 330 nuovi posti di lavoro. «Ma ora Assisi deve pagare»

L'aeroporto di Perugia
di Egle Priolo
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Novembre 2022, 07:24 - Ultimo aggiornamento: 08:29

PERUGIA - Un pil cresciuto dello 0,75 per cento in Umbria, per circa 250 milioni di valore aggiunto, con 330 nuove assunzioni nell'indotto. Tanto vale l'aeroporto San Francesco di Assisi per l'economia della regione, al di là dei record sui passeggeri e su una struttura che finalmente inizia a funzionare. Numeri interessanti sui quali ragionare, emersi ieri durante il question time in Assemblea legislativa, con la risposta della presidente Donatella Tesei all'interrogazione dei consiglieri Stefano Pastorelli e Paola Fioroni sugli “Intendimenti della Regione Umbria riguardo l'inadempimento della compagine societaria di Sase spa”.

I due esponenti leghisti, infatti, hanno alzato la palla alla Regione per chiedere conto al Comune di Assisi del mancato versamento dei 245mila euro annui previsti dagli accordi successivi all'approvazione del piano industriale 2023/2024. Quello che dovrebbe far avvicinare l'aeroporto dell'Umbria a quota 500mila passeggeri all'anno. Pastorelli e Fioroni ricordano come «sia la Regione che la Camera di Commercio hanno già provveduto al versamento della quota di loro competenza, rispettivamente pari a 12 milioni per la prima e a 1,5 milioni per la seconda. Il sindaco del Comune di Perugia si è impegnato a reperire la quota a proprio carico, entro la fine dell’anno in corso. Non sono al momento state rese alcune notizie da parte del sindaco di Assisi, Stefania Proietti, nonché Presidente della Provincia di Perugia, in merito alla somma di 250mila euro dovuta per il 2022; importo non rinvenuto nello stesso bilancio del Comune di Assisi per l’anno in corso». Tesei allora ha ricordato che «l’aeroporto dell’Umbria si appresta a superare ogni record. Saranno 330mila i passeggeri a fine 2022, diventando l’aeroporto a medie dimensioni con il più alto tasso di crescita di quest'anno». Record, però, che va sostenuto anche con il contributo di Assisi «determinante per lo sviluppo dell'aeroporto. Non voglio neanche immaginare che non venga versato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA