Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

John Malkovich a Solomeo: prima
assoluta italiana per il nuovo show

John Malkovich a Solomeo: prima assoluta italiana per il nuovo show
di Michele Bellucci
2 Minuti di Lettura
Lunedì 14 Maggio 2018, 18:06

SOLOMEO - Cresce l'attesa per l'arrivo in Umbria di John Malkovich, artista di fama mondiale celebre sia come attore che come regista, cinematografico e teatrale. Lo statunitense porterà questo sabato sul palcoscenico del Teatro Cucinelli The Music Critic, in esclusiva assoluta per l'Italia, accompagnato dal famoso duo composto da Aleksey Igudesman e Hyung-ki Joo, alias Igudesman & Joo. Davvero un colpo grosso quello messo a segno dal Teatro Stabile dell'Umbria e dalla Fondazione Brunello e Federica Cucinelli, che dopo aver dovuto rinviare lo spettacolo previsto a fine marzo per impegni cinematografici di Malkovich, regaleranno al proprio pubblico la prima italiana del nuovo esilarante progetto. The Music Critic è uno spettacolo intriso d'ironia basato sulle peggiori critiche musicali degli ultimi secoli, ideato e scritto da Aleksey Igudesman: un umoristico bisticcio intorno alle stroncature che hanno coinvolto alcuni dei grandi Maestri della musica, come Beethoven, Chopin, Prokofiev, Schumann, Brahms e Debussy.

L'attore americano, che debuttò a Broadway nel 1984 accanto a Dustin Hoffman in Morte di un commesso viaggiatore e assurto a leggenda di Hollywood con il film di Spike Jonze Essere John Malkovich, sarà accompagnato sul palco da un ensemble di primo livello composto da Aleksey Igudesman (primo violino), Hyung-ki Joo (pianoforte), Corinne Chapelle (secondo violino), James Boyd (viola) e Thomas Carroll (violoncello). Tra Malkovich e i musicisti sarà un serrato botta e risposta, con l'attore a declamare i suoi sprezzanti giudizi e gli altri a contrattaccare a colpi di musica: «Mi vengono spesso affidati personaggi negativi e non so perché - ha dichiarato l'attore teatrale, presente anche in oltre 70 film - Per essere onesti, la cosa non mi preoccupa. Forse sono dotato del cosiddetto le physique du rôle. Il mio habitat naturale resta il palcoscenico: un attore è più cosciente di ciò che accade sul palco rispetto al grande schermo. I film sono realizzati da una task force, vengono montati a oltranza, dunque non mi sento responsabile di come viene sviluppata una storia. Si tratta di scelte che potrei non condividere, ma mi rimetto alle decisioni altrui».

E' possibile prenotare telefonicamente i biglietti per gli spettacoli al numero 075/57542222 (attivo tutti i giorni feriali, dalle 16.00 alle 20.00) o acquistarli sul sito www.teatrostabile.umbria.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA