Infortuni sul lavoro, lunedì nero: gravi due operai

Lunedì 24 Luglio 2017
PERUGIA - Un lunedì nero sul lavoro: due persone sono rimaste gravemente ferite in situazioni completamente diverse, ma accomunate da una corsa con la massima urgenza in ospedale.

È ricoverato in Rianimazione, ma nelle prossime ore verrà sottoposto ad un complesso intervento chirurgico dall’equipe del professor Auro Caraffa, un agricoltore di 74 anni, rimasto vittima di un grave infortunio agricolo nel pomeriggio di lunedì 24 luglio.L’uomo ha riportato principalmente un “ trauma da schiacciamento agli arti inferiori”.Soccorso intorno alle 13 dagli operatori del 118 intervenuti a Colle Umberto, dove l’uomo stava effettuando lavori agricoli in un terreno di proprietà, veniva trasferito nella sala rossa “Domenico Tazza”.Qui i medici del pronto soccorso e della Rianimazione Massimo Siciliani e Francesca Orfei provvedevano alle prime cure e alla stabilizzazione del paziente. In una nota dell’ufficio stampa dell’azienda ospedaliera di Perugia si precisa che l’intervento chirurgico si protrarrà per alcune ore e che un successivo bollettino è previsto nella giornata di martedì. 

Grave infortunio sul lavoro nel tardo pomeriggio  in un cantiere nei pressi della stazione di Fontivegge. Un muratore di 37 anni, residente in provincia di Firenze, alle dipendenze di una impresa edile impegnata nei lavori di riqualificazione di un edificio attiguo a piazza del Bacio, ha riportato un trauma distorsivo e profonde ferite ad un braccio mentre stava utilizzando una smerigliatrice.Soccorso dai sanitari del 118, veniva trasportato in pronto soccorso dove gli accertamenti eseguiti dai dottori Massimo Siciliani e Giacomo Isernia escludevano fortunatamente lesioni di carattere vascolare.L’operaio, come riferisce l’ufficio stampa dell’azienda ospedaliera di Perugia, si trova ora ricoverato nella struttura di Ortopedia con una prognosi di 30 giorni. © RIPRODUZIONE RISERVATA