Inferno sull'A1, Montefranco in lutto per Enrica Macci morta insieme all'amica Serena Ursillo

Inferno sull'A1, Montefranco in lutto per Enrica Macci morta insieme all'amica Serena Ursillo
di Vanna Ugolini
3 Minuti di Lettura
Sabato 18 Giugno 2022, 13:35 - Ultimo aggiornamento: 14:16

Anche la Valnerina ternana è in lutto dopo il tragico incidente sulla A1. Enrica Macci, 49 anni, una delle due vittime del drammatico scontro di ieri pomeriggio in cui sono rimasti coinvolti tre Tir e cinque auto, originaria di Tivoli, da tempo viveva a Montefranco, uno dei quattro comuni della Valnerina Ternana. Era la compagna del dirigente tecnico del Comune. La sindaca Rachele Taccalozzi parla con la voce rotta: «Una tragedia per tutto il paese, per il nostro comune. Fabrizio Santarelli è l'unico tecnico che abbiamo in Comune. In questo momento si trova a Siena per il  riconoscimento della salma. E’ affranto. Stravolto. Come lo è  tutta la comunità. La perdita di Enrica, psicologa dello sport e autrice anche di pubblicazioni in materia, sta avendo un impatto forte sulla comunità di Montefranco. Enrica si era integrata benissimo in paese e collaborava a tutte le iniziative che si facevano nel paese». I due si erano conosciuti sei anni fa e da cinque convivevano insieme a Montefranco.

Erica Macci era amica di Serena Ursillo, l'altra vittima della A1. Entrambe erano sportive, amvano la pallavolo ed Erica aveva allenato ad Amelia l'under 18 e l'under 16 prima di fermarsi per un problema alla schiena. Così, in un sorta di passaggio di testimone, aveva "consegnato" i suoi giovani  atleti a Serena Ursilio, che attualmente li allenava. 

Tante famiglie e due comunità ternane sono in lutto per questo drammatico incidente il cui bilancio è gravissimo. Oltre alle due vittime ci sono almeno sei feriti, due dei quali sono in gravi condizioni.

In  apertura dei lavori del Consiglio Federale, questa mattina il Segretario Generale Stefano Bellotti ha dedicato un momento di riflessione e commiato a Enrica Macci e Serena Ursillo, le due allenatrici tragicamente scomparse a causa di un mortale incidente in autostrada avvenuto ieri, mentre si stavano recando al corso di secondo grado in programma a Chianciano Terme. Proprio per questo motivo la Fipav, in accordo con i Comitati Regionali di Toscana e Umbria, ha disposto la sospensione di tutte le attività collegiali e formative previste nel week end proprio in Umbria e Toscana.

Via via anche tutte le società di pallavolo in cui le due allenatrici avevano giocato o allenato stanno esprimendo cordoglio per la morte delle due atlete. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA