"Indelebili", bellezza e seduzione. Ad Amelia la personale del fotografo Emanuele Grilli.

Domenica 26 Luglio 2020 di Francesca Tomassini
Una delle immagini in mostra. Foto Emanuele Grilli
AMELIA - In corso fino al 2 agosto la personale del fotografo Emanuele Grilli a palazzo Pagliaricci. Protagonista, secondo le parole dello stesso autore "sarà il corpo dell'uomo e della donna, quindi il paesaggio umano. Attraverso il colore e la bellezza della luce, con il bianco e nero esprimo l'incanto della mia visione verso il corpo, la nudità". Trenta immagini che guidano lo spettatore lungo un percorso fatto di luce ed ombra, dove a farla da padrone sarà un bianco e nero che ambisce a scolpire i corpi sulla carta e nel cuore di chi guarda. "Poche immagini che parlano di seduzione e bellezza -racconta ancora Grilli-  dopo molti anni torno nella mia città natale attraverso uno dei miei principale generi. Il ritratto, questa volta con una nota in più di trasgressione”.
Valore aggiunto alla mostra, la splendida cornice di Palazzo Pagliaricci. 
L'atrio dell'antico palazzo, restaurato dopo il terremoto del 1997, potrebbe ancora oggi ospitare una proiezione cinematografica per una quarantina di spettatori. Perfettamente conservata la cabina di proiezione con le tre feritorie (la centrale per il proiettore, quelle superiori per il proiezionista). Davanti al portone era posizionato lo schermo mentre sulla sinistra era collocato un pianoforte con il quale un'antenata degli attuali proprietati suonava musiche di sua creazione durante i film. 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA