Sanità Umbria, il ministro Grillo convoca l'unità di crisi: «Cacceremo mele marce» L'assessore Barberini si dimette

L'ex assessore alla Sanità Luca Barberini
2 Minuti di Lettura
Sabato 13 Aprile 2019, 13:22 - Ultimo aggiornamento: 13:25

PERUGIA - Il ministro della Salute, Giulia Grillo ha chiesto nella serata di venerdì di convocare l’unità di crisi permanente del Ministero per il caso Umbria. «Il quadro della vicenda - commenta il ministro Giulia Grillo - è molto grave. Per la parte che attiene al mio ministero effettueremo ogni verifica che ci compete. Quando c’è di mezzo la salute dei nostri cittadini non possiamo permettere che gli abusi di una certa politica, di un cattivo modo di amministrare la sanità, sporchino il lavoro di tanti operatori che ogni giorno con sacrificio sostengono il sistema sanitario. Cacceremo le mele marce, subito, perché non può esserci salute senza legalità». L'unità di crisi si riunirà sabato alle 16, nella sede del dicastero di Lungotevere Ripa alla presenza del Ministro con il compito di accertare se, e in quale misura, in conseguenza delle vicende giudiziarie siano stati commessi reati contro la Pubblica amministrazione e impedimenti nell’erogazione dei servizi sanitari ai cittadini. 
Intanto, con una lettera indirizzata alla presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, l'assessore regionale alla Salute, Coesione sociale e Welfare, Luca  Barberini (ai domiciliari) si è dimesso dal'incarico. «Con la presente - scrive Barberini - rassegno con effetto immediato le dimissioni dalla carica di assessore regionale. Tale scelta si rende necessaria onde permettermi di chiarire la completa estraneità ai fatti che mi vengono contestati. Ringrazio Lei e i colleghi della Giunta regionale per l'esperienza amministrativa e istituzionale vissuta». La presidente della Giunta regionale dell'Umbria, Catiuscia Marini, nel prendere atto delle dimissioni, ha firmato questa mattina il decreto con il quale riassegna le deleghe in giunta. Al vicepresidente Fabio Paparelli vengono assegnate le competenze nelle materie di welfare, politiche familiari, per l'infanzia e per i giovani, immigrazione, cooperazione, associazionismo e volontariato sociale. Ad Antonio Bartolini vengono assegnate le competenze per la tutela e promozione della salute. All'assessore regionale Fernanda Cecchini, la delega per i rapporti con l'Assemblea legislativa regionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA