In ricordo di Clara Sereni un Premio
letterario nazionale sui temi a lei cari

Martedì 19 Novembre 2019 di Michele Bellucci
PERUGIA - È nato a Perugia il Premio Letterario Nazionale Clara Sereni, intitolato alla scrittrice romana scomparsa lo scorso anno e che dal 1991 ha vissuto nel capoluogo umbro, dove era stata anche vicesindaco tra il 1995 e il 1997. La conferenza ufficiale di presentazione si è svolta questa mattina alla presenza di Leonardo Varasano (assessore alla Cultura del Comune di Perugia), Francesca Silvestri (direttore editoriale ali&no editrice nonché coordinatrice del Comitato promotore del Premio), Carolina Ansidei di Catrano (vicepresidente del Centro Pari Opportunità Regione Umbria), Alessandra Cianetti (Circolo dei Lettori di Perugia), Elena Cesaretti (Centro Atlas), Anna Sereni (sorella della scrittrice) e alcuni membri della Giuria specialistica del Premio. Molti i patrocini legati a questa iniziativa, primo fra tutti quello della Presidenza della Repubblica Italiana, per cui è stato avviato iter di concessione di una Medaglia del Presidente, quello dell’UCEI (Unione Comunità Ebraiche Italiane), della Provincia di Perugia, dell’Università degli Studi di Perugia e della Fondazione La città del Sole Onlus, realtà attiva sul territorio umbro da oltre 20 anni con progetti di aiuto verso persone affette da disabilità psichica.

Il Premio si rivolge a tutto il territorio nazionale, ma coinvolgerà attivamente la città di Perugia attraverso le Biblioteche, Il Circolo dei Lettori, l’Università e le scuole che rappresenteranno la Giuria popolare; questa affiancherà una Giuria specialistica presieduta da Walter Veltroni e composta da personalità di spicco della cultura legate alla figura della Sereni per affettività o percorsi culturali condivisi. Tra i Premi sono previste opere realizzate dai pazienti autistici del Centro Atlas e dagli artigiani della Strada della Ceramica Umbra, per ottenere un coinvolgimento ampio e significativo del territorio. Il Concorso ha tra i suoi obiettivi quello di promuovere opere edite e inedite di narrativa (genere romanzo e racconto) con tematiche legate all’universo femminile e a quello sociale: inclusione, cura di sé e degli altri, volontariato, legalità, accoglienza, tutti argomenti su cui Clara Sereni era impegnata in prima linea anche con la sua produzione letteraria. La scadenza per l’invio delle opere è stata fissata per il 30 marzo 2020. Il Premio è promosso dall’Associazione culturale Officina delle Scritture e dei Linguaggi e ali&no editrice, in collaborazione con il Comune di Perugia e la rivista “Noi donne”, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, del Centro per le Pari Opportunità della Regione Umbria e di Banca Etica. Il Bando integrale sarà pubblicato sui canali Social di ali&no editrice, Officina delle Scritture e dei Linguaggi e su quello del Comune di Perugia. Prima di Natale verrà organizzata una serata di presentazione pubblica del Premio e dei Giurati, con un ospite speciale che presto sarà rivelato. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma