Il rapper Salmo premia il giovane
derutese Giacomo Montagnoli

Giovedì 5 Luglio 2018 di Michele Bellucci
L'ha spuntata sbaragliando un'agguerrita concorrenza il videomaker derutese Giacomo Montagnoli, uno dei tre vincitori del progetto di scouting di nuovi talenti promosso da Red Bull Music Salmo Academy. Il noto artista sardo, tra i profeti del rap italiano, attraverso quest'iniziativa ha reclutato tre talenti nel campo del beatmaking, del videomaking e dell'illustrazione, con lo scopo di costruire un team con il quale lavorare nei prossimi mesi alla creazione di un nuovo progetto artistico. Sebbene molti dettagli di cosa avverrà siano ancora tenuti segreti, la certezza è che si tratta di un'ottima vetrina per il giovane artista umbro: «L'iniziativa proposta da Red Bull Italia e Salmo è sicuramente una ventata d'aria fresca - spiega Giacomo Montagnoli - per un mercato difficile come quello del videomaking o per chi, semplicemente, vuole essere un content creator. Ritrovarsi fra i tre vincitori della Salmo Academy è una fonte di grande soddisfazione per me e per tutti i miei colleghi di Penumbria Studio, l'associazione dietro la quale si cela la produzione del videoclip che ho portato al contest. Senza il loro supporto, non avrei mai potuto scrivere e dirigere ciò che poi è stato premiato, ecco perchè preferisco considerarla più "una vittoria di un sogno collettivo" che una vittoria personale».

Un premio totalmente nostrano in quanto il lavoro presentato è il videoclip dell'ultimo singolo del duo spoletino Monkey OneCanObey, "Evolution PlayStation", selezionato tra circa 7000 proposte pervenute in seguito alla serie di incontri informali tenuti da Salmo nelle università di Cagliari, Cosenza e Trento: «Ho scelto il videomaker Giacomo Montagnoli - ha dichiarato il rapper - per l'originalità e per aver dimostrato che si può sviluppare un'idea semplice con un budget minimo e far funzionare il video. Pur senza budget ha creato un video con un'idea fortissima e ne è venuta fuori una figata. Questo è un punto centrale per chi fa video perchè se l'idea è forte non hai bisogno di tanti soldi, mentre a volte l'investimento alto nasconde idee più deboli. Giacomo si è mosso bene e mi ha conquistato».

E' la particolare attenzione verso dettagli apparentemente insignificanti che ne caratterizza lo stile: «La forma conta ma è ciò che vi si trova dentro che è realmente importante - ammette il videomaker classe '94 - Ogni immagine deve saper comunicare anche senza voce, le ambientazioni spesso sono dei soggetti più comunicativi dei personaggi stessi. Nei miei precedenti lavori ho sempre lavorato duramente alla caratterizzazione di uno scenario e di un contesto, perchè se quest'ultimo è credibile, allora lo è anche la storia che lo attraversa». Con Montagnoli sono stati premiati anche Ludovico Secchi e Gino Tremila. Ora il prossimo passo per le tre giovani promesse sarà mettersi al lavoro con Salmo in una speciale location sul Red Bull Studio Mobile per dare vita a un nuovo progetto artistico. Ultimo aggiornamento: 6 Luglio, 11:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Tutti in fila per la macchina mangia-plastica (che però è rotta)

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma