Il docufilm sul Corteo Storico di Orvieto incanta il pubblico del "Mancinelli"

Il docufilm sul Corteo Storico di Orvieto incanta il pubblico del "Mancinelli"
di Monica Riccio
3 Minuti di Lettura
Martedì 11 Gennaio 2022, 04:50

E' finita con un applauso lunghissimo, e tanta commozione tra il pubblico, l'anteprima cinema del film “Da Sempre”, il docufilm sul Corteo Storico e il Miracolo Eucaristico, presentato sabato 8 gennaio al Teatro “Mancinelli” di Orvieto.

Scritto e diretto dal regista orvietano Giovanni Bufalini, co-prodotto da Acume Produzioni e dal comune di Orvieto, 'Da Sempre' è frutto di un progetto culturale e di una produzione partecipata che negli ultimi tre anni ha visto coinvolti aziende, associazioni e singoli cittadini nel sostenerne economicamente, e moralmente, la realizzazione. Nel lavoro di Bufalini, 49 anni, regista, attore e sceneggiatore orvietano, si racconta la storia del Corteo Storico di Orvieto, ideato nel 1951 dalla signora Lea Pacini, alternando le immagini delle ultime uscite, con materiale di repertorio tra gli anni ’50 e gli anni ’90 e una originale ricostruzione storica del miracolo eucaristico del Corpus Domini.

Un film, la cui realizzazione è iniziata nel 2019, per poi andare letteralmente 'a sbattere” contro la pandemia nel 2020...
«Abbiamo fatto sfilare il protagonista del film, Stefano Chiodaroli, nel Corteo del 2019 quando la pandemia era ancora ignota e la storia che volevamo raccontare era diversa da ciò che poi è diventata. Nel frattempo abbiamo messo via materiale. Nel 2019 siamo partiti con una idea, e con promesse di aiuto, ma il 2020 ha messo in ginocchio tutti. Così avevamo davanti solo due possibilità, fermarsi e realizzare un corto con ciò che avevamo già, o andare avanti a raccontare ciò che volevamo. Abbiamo scelto di farcela».

E ce l'avete fatta. Come è stato presentare il tuo lavoro proprio a Orvieto, la tua città?
«Una fortissima emozione. La mia, la nostra, del resto era una dichiarazione d'amore alla città, 'Da Sempre” è un film fatto con il cuore. Non poteva essere diversamente. Vanno ringraziati tutti quelli che ci hanno aiutato, dal primo all'ultimo, fino a chi ha messo le sue 5 euro nelle cassettine che avevamo sparso nei negozi della città. Emozione, grande, una conquista che mi ha dato la sensazione di aver fatto centro».

E ora che succede? Quale il futuro di 'Da sempre'?
«Faremo delle proiezioni al cinema di Orvieto a cui ci si potrà prenotare. Ci presenteremo con il nostro lavoro a Umbria Film Commission, contatteremo i distributori, cercheremo di essere presenti in alcuni festival di settore con l'obiettivo di piazzarlo sulle piattaforme. E molti orvietani ci hanno già chiesto il dvd.»

Come è stata l'accoglienza del pubblico orvietano?
«Buona davvero, ma chi è orvietano poteva riconoscere volti, posti, situazioni, insomma era un po' se ognuno di loro fosse all'interno del film, e l'applauso finale, insomma resta dentro come un grande sorriso, un grande abbraccio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA