Il 14 marzo, esperti e volontari in campo
per la prevenzione delle malattie renali

Giovedì 7 Marzo 2019
La locandina della Giornata mondiale del rene a Perugia

PERUGIA Prevenzione a portata di tutti, giovedì prossimo in occasione della Giornata mondiale del rene, giunta alla ventottesima edizione. Il 14 marzo, infatti, Afas Perugia e l’Aned dell’Umbria, l’Associazione nazionale emodializzati, dialisi e trapianto, tornano a collaborare per la promozione della salute dei reni. Per tutta la giornata, dalle 9 alle 18, nella farmacia Afas 8 del centro commerciale Emisfero, medici nefrologi, infermieri e dietisti delle aziende ospedaliere e territoriali dell’Umbria saranno a disposizione, gratuitamente, della cittadinanza. Nello spazio servizi interno alla farmacia sarà così possibile misurare la pressione arteriosa e il peso, ricevere informazioni e consigli per la salute e la prevenzione delle malattie renali. L’iniziativa rientra nella campagna mondiale che quest’anno ha scelto come tema “la prevenzione delle malattie renali, secondo i principi di equità ed uguaglianza: accessibilità universale alle cure ed un linguaggio comune paziente-nefrologo”.

Le malattie renali sono più frequenti di quello che si pensa e la Sin (Società italiana di nefrologia) stima che in Umbria siano circa 53mila le persone affette da malattie renali, in maggioranza uomini. Si tratta di patologie che hanno diverse cause e che nei casi più gravi portano alla perdita della funzionalità dell’organo con necessità di trattamento sostitutivo emodialitico o trapianto. La maggior parte della popolazione, tuttavia, non risulta ben informata sul significato delle malattie renali ed è con tale spirito che è nata la Giornata mondiale del rene. Per questo, lo spazio della galleria Emisfero antistante la farmacia Afas, sarà allestito con un banchetto curato dall’Aned che presterà ascolto ai cittadini, dispensando indicazioni e distribuendo materiale informativo.

Un’informazione adeguata anche rispetto allo stile di vita e alimentare adottato può essere infatti determinante per ridurre il rischio di sviluppare malattie renali. Le regole base, suggerite dall’Organizzazione mondiale della sanità, sono molto semplici: evitare il fumo, fare attività fisica, mantenere il giusto peso, mangiare dosi elevate di frutta e verdura, assumere cibi a basso contenuto di grassi, zuccheri e proteine. Anche ridurre la quantità di sale assunta può aiutare (l’Oms suggerisce meno di 5 grammi al giorno) così come bere tanta acqua.

 

Ultimo aggiornamento: 12:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’incubo di vivere per 34 ore sulla barella al pronto soccorso

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma