Identificato l'uomo investito e ucciso sulla A1 tra Orvieto e Fabro. Indagini ancora in corso

Martedì 16 Giugno 2020 di Monica Riccio

A 48 ore dal tragico incidente di domenica 14 giugno in cui ha perso la vita un uomo, investito intorno all'una di notte, mentre camminava sulla corsia di marcia in direzione nord, sulla Autostrada del Sole, tra i caselli di Orvieto e Fabro, cominciano a delinearsi maggiori dettagli che in un primo tempo non erano stato possibile mettere insieme.

A perdere la vita è stato un 35enne originario di Molfetta (Bari), Dario Minervini, residente a Desenzano del Garda, in provincia di Brescia, dove lascia una compagna e un figlio di pochi mesi. Ad investirlo, intorno all'una di notte di domenica 14 giugno, una Fiat Tipo su cui viaggiava una giovane coppia con due figli piccoli originaria del sud Italia che stava rientrando in provincia di Brescia, in Lombardia. 

Resta da chiarire cosa ci facesse il giovane, a piedi, in mezzo alla strada, di notte, dopo aver parcheggiato la propria auto in una piazzola di sosta. Su questo e sulla dinamica dell'incidente indaga la Sottosezione della Polizia Stradale di Orvieto, guidata dal sostituto commissario Stefano Spagnoli e coordinata dal sostituto procuratore Marco Stramaglia della Procura della Repubblica di Terni. 

La salma del 35enne, si trova sotto sequestro all'ospedale di Perugia in attesa dell'esecuzione dell'esame autoptico. E' risultato negativo, intanto, l'accertamento alcolemico e tossicologico eseguito sull'uomo alla guida della Fiat Tipo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA