I numeri record della segnaletica interattiva di Orvieto. In quattro mesi più di 21mila visualizzazioni

I numeri record della segnaletica interattiva di Orvieto. In quattro mesi più di 21mila visualizzazioni
di M.R.
4 Minuti di Lettura
Martedì 9 Novembre 2021, 20:57

«Numeri da record per il Qr Tour di Orvieto. La segnaletica interattiva di Orvieto supera le 21mila visualizzazioni in soli quattro mesi.»

Lo comunica Skylab Studios che da anni offre il proprio supporto e le proprie conoscenze per valorizzare il territorio italiano, e non solo, contribuendo allo sviluppo di una nuova era dell’arte: quella in cui digitalizzazione e patrimonio culturale si fondono per fornire un’esperienza unica, esclusiva, immersiva e coinvolgente.

«Sono molti i comuni che nel tempo hanno collaborato con la nostra agenzia dal nord al sud della penisola italiana - affermano da Skylab - sono decine di migliaia i turisti che hanno visitato nuove località in maniera del tutto innovativa con un semplice smartphone o tablet alla mano. Recentemente ci siamo posti una domanda: quale dei Qr Tour dei Comuni con i quali abbiamo collaborato risulta essere il più visitato?

La risposta è Orvieto. Da giugno ad oggi, ottobre, il Qr Tour di Orvieto segnala ben 21.231 visualizzazioni, in media gli utenti trascorrono tre minuti per leggere e visualizzare i contenuti sulla piattaforma da noi creata con una percentuale di uscita, dopo essere atterrati sulla prima pagina, del 52%.

Un risultato eccellente se si pensa che la segnaletica interattiva a Orvieto è stata montata proprio a inizio estate diventando ben presto un valido aiuto per scoprire i segreti e le bellezze della cittadina umbra.

50 cartelli e plance provvisti di Qr Code sono stati montati in tutto il centro storico, ben undici i monumenti protagonisti di questo viaggio: Pozzo di San Patrizio, Torre del Moro, Duomo, Museo dell’Opera del Duomo, Museo archeologico nazionale, Museo etrusco “Faina”, Pozzo della Cava, Orvieto Underground, Necropoli del Crocifisso del Tufo, Teatro Mancinelli e Anello della Rupe.»

Per ogni luogo di interesse è possibile accedere tramite smartphone alle audio guide in italiano e in inglese, a una video guida LIS, la lingua italiana dei segni, a suggestive foto e, infine, a informazioni approfondite. Come se ciò non bastasse, la segnaletica utilizza la realtà aumentata per immergere i bambini in un’avventura senza precedenti con Anna, la mascotte di Orvieto, che li guida tra i vicoli della città. Inquadrando il fumetto presente sul cartello utilizzando l’app Linkar Anna prende vita, una soluzione innovativa per far divertire le famiglie e rendere più piacevole il loro viaggio.

La segnaletica prevede tre diversi percorsi, identificati con differenti colori, che, partendo dal Duomo, consentono di raggiungere tutte le principali attrazioni. Un percorso est, in giallo, sulla direttrice piazza Duomo – San Domenico – Pozzo di San Patrizio, un percorso ovest, in blu, sulla direttrice piazza Duomo – San Giovenale, e un percorso in viola corrispondente al percorso storico – naturalistico dell’Anello della Rupe. 

«La peculiarità di questo progetto - spiega l'art director di Skylab, Leonardo Tosoni, nella foto con la sindaca di Orvieto, Roberta Tardani - è senza dubbio il recupero della vecchia segnaletica trasformandola, evitando sprechi di risorse pubbliche, in una nuova segnaletica turistica interattiva, disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, a cui ognuno può accedere facilmente e velocemente per visualizzare i contenuti pensati per adulti e bambini, italiani e non.»

Orvieto ha, dunque, abbracciato l’innovazione diventando una delle cittadine più accessibili e interattive in Italia, questo nuovo approccio sembra interessare e piacere ai turisti data la sempre più crescente percentuale di visitatori e di utilizzatori del servizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA