I falchi pellegrini tornano liberi grazie alla Lipu

Lunedì 6 Luglio 2020 di Giovanni Camirri
CASTIGLIONE DEL LAGO -  Quello appena trascorso è stato un sabato speciale. Perché al centro regionale Lipu di Castiglione del Lago è avvenuto un evento straordinario. A raccontarlo nel dettaglio a Il Messaggero è il presidente regionale di Lipu (Lega Italiana Protezione Uccelli) Umbria, Alfiero Pepponi. “Sabato – dice Pepponi - abbiamo passato una bellissima mattinata presso il nostro Centro Lipu di Castiglione del Lago insieme ai nostri volontari ed a tantissime persone che ci sono venute a trovare per condividere la grande gioia e soddisfazione di restituire alla vita selvatica due bellissimi esemplari maschi adulti di Falco pellegrino arrivati da noi uno per la frattura dell'ala destra e l'altro con preoccupati sintomi di avvelenamento”.
LE LIBERAZIONI
“Le liberazioni – prosegue il presidente di Lipu Umbria - sono state effettuate dal sindaco di Castiglione del Lago Matteo Burico e dal consigliere regionale Eugenio Rondini. A seguire abbiamo liberato vari passeriformi e rondoni svezzati e recuperati presso in nostro Centro Lipu di Castiglione del Lago che oramai è sempre più un riferimento in ambito regionale ed una certezza per professionalità, organizzazione ed altissime percentuali di recupero. Grazie a tutti quelli che – conclude Pepponi - lo stanno rendendo possibile”. Un grande impegno, quello svolto quotidianamente, e molto spesso sempre lontano dai riflettori della ribalta, dalla Lipu e dai suoi tanti volontari. Un impegno in favore della natura, del rispetto delle diversità che sono un valore, della tutela e della salvaguardia dei luoghi e degli ambienti. Ma soprattutto un impegno che insegna rispetto e spiega l’importanza, in questo caso dei volatili, per la conservazione della vita di tutti. © RIPRODUZIONE RISERVATA