Ha un infarto in spiaggia, salvato
da un'insegnante ternana
«Grazie al corso fatto a scuola»

Ha un infarto in spiaggia, salvato da un'insegnante ternana «Grazie al corso fatto a scuola»
di Corso Viola di Campalto
2 Minuti di Lettura
Lunedì 26 Agosto 2019, 12:51 - Ultimo aggiornamento: 3 Settembre, 11:15

TERNI Il destino ha voluto che un angelo sedesse sotto l’ombrellone vicino e lo salvasse da un infarto in corso. L’angelo è un’insegnante di matematica di Terni, Roberta Ribeca, che quando ha visto l’uomo settantenne cadere a terra in evidente arresto cardiaco non ci ha pensato due volte ed ha messo subito in pratica quanto insegnato nel corso organizzato dalla sua scuola solo nel maggio scorso. Praticandogli un massaggio cardiaco, senza farsi prendere dal panico e mantenendo la calma di un medico provetto. La rapidità di azione e la tecnica praticata dalla coraggiosa insegnante hanno permesso al cuore dell’uomo di ripartire. Poi, sono arrivati in suo aiuto i bagnini ed infine un’ambulanza con un defibrillatore. Il turista è salvo e si è ripreso nel giro di poco tempo. Il dramma a lieto fine si è consumato in uno stabilimento di Alba Adriatica, lo chalet il Boracay, dove Roberta Ribeca sta passando un periodo di vacanza insieme al marito Roberto Ramozzi e ai suoi due figli. La famiglia stava sotto l’ombrellone quando è arrivato il turista da solo. Mentre stava per fare il bagno ha avuto il malore: «Ho capito subito che la situazione era molto grave - racconta Roberta - e che dovevo intervenire ed ho messo in atto quanto mi hanno insegnato durante il corso di formazione promosso dal circolo didattico Don Milani e portato avanti dalla volontaria del 118 Ombretta Piangatelli. Corso che mi ha abilitato anche all’uso del defibrillatore del quale purtroppo era sprovvisto lo stabilimento. Ho subito avviato il massaggio senza perdere tempo, poi, sono arrivati i bagnini che mi hanno aiutata e finalmente il signore si è ripreso. Poi ho saputo dai familiari che mi hanno contattato - racconta ancora Roberta - che all’ospedale si è ripreso definitivamente e che è stato portato al nosocomio di Teramo dove faranno tutti gli accertamenti necessari, Ma aver aiuto un ruolo nella sua salvezza mi rende felice. Soprattutto posso dire che il destino ci ha messo lo zampino perché ho fatto il corso solo poche settimane fa e questo mi ha permesso di far ripartire il cuore di quell’uomo». Il marito Roberto la stringe forte ed è ancora emozionato ed orgoglioso: «Eravamo a pochi metri di distanza dal turista - racconta - e quando l’ho visto a terra incosciente mi sono messo ad urlare se ci fosse un dottore, nel caos non mi sono accorto che Roberta si era messa a praticare il massaggio cardiaco. Non credevo a mie occhi, con tutta la sua forza l’ho vista rianimare quell’uomo mentre tutti erano nel panico». Il coraggio di Roberta ha sorpreso anche i tanti bagnanti presenti, che l’hanno poi applaudita.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA