Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il futuro? È eco col festival
di Jacopo Fo ad Alcatraz

Il futuro? È eco col festival di Jacopo Fo ad Alcatraz
2 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Agosto 2014, 17:07
GUBBIO - E' partito il 26 luglio e si concluder domani, sabato 2, EcoFuturo, il festival delle Ecotecnologie e dell’Autocostruzione organizzato dalla Libera Universit di Alcatraz presso la struttura di Santa Cristina, a Gubbio.

Un'intensa settimana di incontri, seminari e laboratori sui temi dell'energia alternativa, delle case ecologiche, del risparmio energetico, ma anche su quanto concerne riuso e riciclo, open source e addirittura le stampanti 3D. Jacopo Fo, patron della Libera Università di Alcatraz, ha coinvolto insieme al suo staff una lunghissima serie di personaggi, dagli imprenditori ai ricercatori universitari, che parleranno d'innovazione e soprattutto di buone pratiche per uno stile di vita più rispettoso del nostro pianeta. Si potrà scoprire di più sulle plastiche prodotte dai batteri, oppure vedere una casa costruita con una mega stampante 3D: un popolo che sta lavorando per accelerare la rivoluzione energetica che, non solo secondo gli organizzatori, nei prossimi anni modificherà le nostre abitudini quotidiane. Scorrendo il programma, disponibile sul sito www.ecotecno.tv, si trovano nomi come quello di Filippo Guerra della Rete comuni solidali, che presenterà il progetto attivato in Niger per la trasformazione di plastica e sabbia in piastrelle autobloccanti; ci saranno corsi pratici sulla realizzazione di case in paglia, come quello a cura dell'architetto Michele Ricci; sarà possibile incontrare anche il chimico Fabrizio Zago, ideatore del Biodizionario. Per i visitatori che interverranno alla manifestazione, aperta tutti i giorni dalle 10 di mattina fino alla sera (sabato chiusura alle ore 12), molte le occasioni di svago oltre che di divertimento, con un'interessante serie di spettacoli teatrali (Michele Dotti, Jacopo Fo e Mario Pirovano) e di concerti (Luca Bassanese e la Piccola Orchestra Popolare, Maurizio Capone e Bungt Bangt). Una curiosità: sulla scia dell'evento organizzato in Nepal per la Giornata mondiale dell'Ambiente 2014, dove 2.000 persone hanno abbracciato gli alberi della foresta di Gokarna per ringraziarli idealmente del loro servizio al pianeta, anche durante il festival EcoFuturo di Alcatraz è stato ripetuto questo gesto, documentato con una serie di foto e video che verranno presto declinati via web. Il costo d'ingresso al festival è di 15€ al giorno.





© RIPRODUZIONE RISERVATA