Gli eletti in Umbria: Fdi verso i quattro seggi su nove, due al Pd, poi uno a Fi e Lega. M5S in vantaggio su Azione per l'ultimo deputato

Emanuele Prisco e Franco Zaffini
3 Minuti di Lettura
Lunedì 26 Settembre 2022, 07:25 - Ultimo aggiornamento: 08:59

PERUGIA - L'esito delle elezioni politiche consegna nettamente anche in Umbria la vittoria e la leadership della coalizione di centrodestra a Fratelli d'Italia. Il partito di Giorgia Meloni balza oltre il 30 per cento in Umbria lasciando alla Lega uno striminzito 8 per cento. Il calcolo dei voti dei partiti e dei resti su base nazionale lascia ancora qualche margine d'incertezza, ma di fatto Fdi va verso l'elezione di quattro parlamentari su nove in Umbria. E' confermato il seggio alla Camera di Emanuele Prisco, capolista nel proporzionale di Fdi ed è eletto anche il capolista del Senato Antonio Guidi (ministro per la famiglia nel primo Governo Berlusconi). Eletto anche Franco Zaffini (coalizione al 45,79%), che era candidato nel collegio uninominale del Senato. E con molta probabilità per Fratelli d'Italia scatterà anche il secondo seggio nel proporzionale della Camera che dovrebbe corrispondere al presidente del consiglio regionale Marco Squarta, terzo nel listino dietro a Prisco e alla Toscana Chiara La Porta che però ha molte più chance di essere eletta "a casa propria" in virtù della regola del Rosatellum per cui in caso di pluricandidatura "vince" quella in cui si è ottenuto il risultato più basso. La Lega conferma in Parlamento il deputato Virginio Caparvi, che conquista il collegio Umbria 2 della Camera (44,7% il dato della coalizione). L'altro uninominale della Camera (Umbria 1, corrispondente alla provincia di Terni insieme alle città di Foligno e Spoleto) conferma un altro deputato uscente: Raffaele Nevi di Forza Italia (46,98% il dato della coalizione nel collegio) con il partito azzurro al 6,8%. 

Il Partito democratico (20,9% alla Camera e  21,5% al Senato) salva due seggi: sono confermati i due capilista dei listini di Camera e Senato, rispettivamente Anna Ascani e Walter Verini.

E in virtù del 12,66 per cento del M5S in Umbria potrebbe farcela alla Camera anche la senatrice uscente Emma Pavanelli. Con il calcolo dei resti nazionali si contenderà il seggio con Giacomo Leonelli di Azione (8,17%).

Fratelli d'Italia dovrebbe avere anche un'altra umbra in Parlamento: la consigliera regionale Eleonora Pace eletta in Campania.

Il risultato delle coalizioni è nettissimo in Umbria: 45,8% per il centrodestra, 27% il centrosinistra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA