Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Giornata della Memoria: al liceo Classico la manifestazione con le riflessioni degli studenti e la testimonianza di Ada Marchesini

Giornata della Memoria: al liceo Classico la manifestazione con le riflessioni degli studenti e la testimonianza di Ada Marchesini
di Beatrice Martelli
2 Minuti di Lettura
Giovedì 27 Gennaio 2022, 16:16

ΤΕRNI        Nella giornata del ricordo della Shoah è importante che i giovani siano presenti all’appello, perché se rappresentano la speranza del futuro non possono, non devono dimenticare l’orrore del passato. In questa ottica il liceo classico Tacito di Terni ha indetto una manifestazione, pensata proprio nella giornata della Memoria, sul tema «Una remota possibilità di bene. Il rapporto con l’Altro ai tempi della Shoah». «Su questo tema i ragazzi hanno riflettuto» spiega la dirigente scolastica, Roberta Bambini, «producendo brevi videoclip con esibizioni musicali, prodotti artistici, poesie, brani di letteratura, testi di scrittura creativa, che saranno condivisi». Ma l’ospite di riguardo della manifestazione è Ada Marchesini, nipote di Ada Michlstaedter Marchesini, che fu internata nel campo di Fossoli e vittima di Auschwitz. La sua è la testimonianza che porta il tema nel vivo, su cui impostare poi un dibattito. Perché «Anche se nella lotta per la sopravvivenza “ognuno è disperatamente ferocemente solo”, per dirla come Primo Levi, e ogni residuo di umanità sembra annientato, è vero che talvolta si è aperto “un buco nel tessuto rigido dei Lager”, un varco di generosità e amicizia, insieme angusto e prezioso, capace di restituire alla vittima la sua dignità e il suo valore». 

L’incontro, online, è coordinato da Marisa D’Ulizia e Dino Renato Nardelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA