Giorgione “Orto e Cucina" è il primo
ambiasciatore della cipolla di Cannara

Giorgione “Orto e Cucina" è il primo ambiasciatore della cipolla di Cannara
di Giovanni Camirri
2 Minuti di Lettura
Giovedì 11 Dicembre 2014, 17:55 - Ultimo aggiornamento: 17:57

CANNARA -Giorgio Barchiesi, il Giorgione di “Orto e cucina” di Gambero Rosso Channel, è il primo “Ambasciatore della cipolla di Cannara”. Una scelta non casuale, quella caduta su Giorgione, e positivamente “obbligata”, visto che il maestro Barchiesi, romano d’origine ma umbro d’azione, della cipolla di Cannara “uno degli ingredienti che non deve mai mancare nella dispensa”, parla ogni volta che l’utilizza nelle sue preparazioni di cucina. Un testimonial spontaneo che ora ha ricevuto un riconoscimento ufficiale per questa sua capacità di aver saputo portare la cipolla di Cannara fuori dalle mura della città da cui questo particolare e pregiato prodotto della terra, e quindi dell’orto, prende la sua nota caratteriale.

Un amore che nasce, come raccontato dallo stesso Giorgione, da un fatto pratico che corrobora ed esalta le caratteristiche del prodotto: «Preparando i vari piatti mi sono accorto - spiega Barchiesi - chela cipolla di Cannara, in particolare quella rossa, non mi fa lacrimare». da qui in poi è stato subito amore, sentimento raccolto anche dai molti avventori, provenienti da diverse realtà italiane, che fanno visita a Giorgione e che chiedono, volendo riprodurre nelle rispettive case le preparazioni, dove poter reperire questa particolare cipolla. Uno stimolo a fare di più per la promozione della cipolla di Cannara che non ha trovato impreparato il sindaco Fabrizio Gareggia: «Questo premio - sottolinea il primo cittadino - nasce proprio dalla volontà di amplificare la conoscenza rispetto alla cipolla di Cannara. Attraverso questa iniziativa andremo a ringraziare chi permette alla nostra cipolla di poter essere conosciuta come merita. Giorgione lo ha fatto in maniera spontanea, disinteressata e con una grande coerenza tipica del suo stile diretto». A spiegare i dettagli del premio è l’assessore comunale all’agricoltura Federico Bibi: «questa iniziativa - spiega l’amministratore comunale -, prima di una serie, riassume il valore che questo prodotto ha per il nostro territorio e vuole sottolineare l’impegno di chi contribuisce alla sua conoscenza. Proprio per questo, perché si parla del peso che ha e che vuole avere appunto questo nostro prodotto, l’ambasciatore riceverà l’equivalente del suo peso in cipolle di Cannara». La cerimonia di investitura del primo “Ambasciatore della Cipolla di Cannara” è avvenuta alla presenza dell’amministrazione comunale, dei produttori, degli estimatori e anche di molti curiosi. Un premio originale, quello assegnato, che costituisce un esempio di concretezza in chiave di valorizzazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA