Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

«Togli gli occhi da mio marito»: Perugia, botte tra sorelle alla stazione

«Togli gli occhi da mio marito»: Perugia, botte tra sorelle alla stazione
2 Minuti di Lettura
Lunedì 13 Giugno 2022, 16:34 - Ultimo aggiornamento: 17:40

PERUGIA - Tradita dalla sorella. La cosa probabilmente più grave. E probabilmente anche dal compagno, perché quando si ha la sensazione che ci sia un po' troppa intesa e attenzione tra due persone a te così vicine probabilmente la colpa non è soltanto di uno dei due. Fatto sta che una giovane donna, nella serata di domenica, ha dato in escandescenze nei confronti della sorella per le troppe attenzioni nei confronti del cognato.

Siamo in via del Macello, zona stazione. Gli agenti della squadra volante vengono inviati in un appartamento dopo la segnalazione di una violenta lite in atto, a tarda serata. Una volta sul posto, i poliziotti trovano un uomo e una donna di origini sudamericane – classe 1991 e 1995 – nonché la sorella di quest’ultima, classe 1990. Gli accertamenti permetteranno di verificare che la causa scatenante del forte diverbio era stata la gelosia della 27enne nei confronti della sorella accusata di rivolgere “particolari” attenzioni al marito. Vista la tensione, l’uomo aveva cercato di frapporsi tra le due sorelle ormai venute alle mani.

Sempre nella zona un'altra violentissima lite sedata dalla polizia.  L’equipaggio della Squadra Volante è intervenuto in zona Ottagono a Perugia, a seguito della telefonata alla Sala Operativa da parte di un cittadino extracomunitario di origini albanesi, classe 1971. L’uomo ha raccontato agli operatori che la moglie, a seguito di una forte lite, non gli consentiva l’ingresso in casa. I poliziotti, giunti sul posto, hanno preso contatto con entrambe le parti, identificando la donna come cittadina albanese, classe 1975.

Placati gli animi della coppia, gli agenti sono riusciti a comprendere che l’origine della lite era stata la gelosia della donna che, in fase di separazione dal coniuge, non accettava la situazione e le nuove frequentazioni del marito. Al culmine della discussione la moglie aveva impedito all’uomo di rientrare in casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA