Furti a San Gemini, due rumeni
inseguiti fuggono nei campi
Presi e denunciati dai carabinieri

Venerdì 30 Ottobre 2020

TERNI Lo scorso 28 ottobre, a San Gemini, a conclusione di una mirata attività d'indagine condotta a seguito della denuncia di un furto, i militari del locale Comando Stazione Carabinieri hanno deferito in stato di libertà alla competente Procura della Repubblica di Terni per il reato di “furto aggravato in concorso” due cittadini rumeni, di 47 e di 35 anni, entrambi residenti a Roma e già noti alle Forze dell’ordine. La sequela di furti in commessi dai due iniziava la notte del 4 novembre del 2019, a San Gemini presso una carrozzeria del posto, dall’interno della quale veniva asportata una Opel Astra. I due autori del furto successivamente, in quella stessa notte, giunti a Marsciano a bordo di due distinte auto (l’Opel Astra appena rubata ed una Bmw con la quale erano giunti in Umbria da Roma) consumavano altri tre furti presso tre distinte ditte del posto dove rubavano utensili da lavoro (per un valore di 500€), bottiglie di prosecco e contanti nonché un autocarro. Gli accertamenti esperiti quella notte nell’immediatezza permettevano di individuare subito la Opel Astra sulla E 45 che, al termine di un inseguimento, veniva abbandonata con all’interno la refurtiva mentre l’autista si dileguava nei campi. La stessa notte, una Bmw veniva fermata per un controllo ad Orte dai militari di quella Stazione Carabinieri, ed i militari identificavano l’unica persona a bordo, che era alla guida del mezzo. Le indagini condotte dai Carabinieri hanno quindi consentito, al termine di accertamenti tecnici, di raccogliere tutti gli elementi in possesso che hanno permesso di imputare la responsabilità dei furti ai due rumeni.

Ultimo aggiornamento: 16:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA