LUIGI DI MAIO

Accordo Pd-M5S: la presidente dell'Istituto Serafico di Assisi a un passo dalla candidatura

Venerdì 20 Settembre 2019 di Federico Fabrizi
Francesca Di Maolo  con Papa Francesco
PERUGIA - Pd e M5S hanno trovato l'accordo: può essere Francesca Di Maolo, avvocato, presidente dell'Istituto Serafico di Assisi (che si occupa di bambini non vedenti e gravemente malati)  la candidata presidente rosso-gialla dell'Umbria. Non il sindaco di Assisi Stefania Proietti, dunque, ma un'altra donna "forte" della città di San Francesco. Luigi Di Maio ha incontrato la Di Maolo giovedì sera, in un hotel Perugia, dopo la sua visita ad Assisi. Strette di mano e ampi sorrisi. Il nome è stato confermato in serata da parlamentari e candidati Pd e M5S.
«Molto bene il risultato su Rousseau (60,1% di sì al patto civico). Ora chiudiamo sul nome del candidato presidente e liberiamo l'Umbria dalla sola politica. I partiti facciano un passo indietro e gli  umbri facciano un passo in avanti», sottolineano fonti del M5S.
Anche Zingaretti è pronto al sì: «Sull'Umbria sono fiducioso. Ci sono le condizioni con lo sforzo di tutti per arrivare a una forte candidatura, unitaria e competitiva per il bene di quella bellissima terra orgoglio di tutta l'Italia».
Poi in serata arriva la frenata dei 5 Stelle: «Il nome non c'è ancora».
  Ultimo aggiornamento: 22:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani