Foligno, stazioni sotto scorta
raffica di identificati

Sabato 12 Marzo 2016 di Giovanni Camirri
FOLIGNO - Raffica di controlli, da parte della polizia ferroviaria all’interno degli scali ferroviari e lungo la strada ferrata. Anche in Umbria, in sinergia con e articolazioni locali del Gruppo ferrovie dello Stato si sono svolte iniziative di carattere preventivo e repressivo contro i fenomeni criminosi maggiormente diffusi in ambito ferroviario. La Polfer - si apprende dal Compartimento della polizia Ferorviaria Umbria-Marche-Abruzzo con sede in ancona - ha rafforzato tutti i servizi di scorta sui treni, effettuando altresì mirati servizi di prevenzione e vigilanza nelle stazioni ferroviarie e di identificazione e controllo ai passeggeri ed ai relativi bagagli, nonché specifiche ispezioni presso numerosi depositi di materiale ferroso e presso le linee ferroviarie maggiormente colpite dai furti. L'iniziativa, denominata “11th Rail Action Day», ha aumentato sensibilmente il senso di sicurezza percepita. Complessivamente nelle stazioni ferroviarie di Marche, Umbria ed Abruzzo, rientranti nella giurisdizione del Compartimento Polfer di Ancona guidato dal primo dirigente Filippo Materi, sono state identificate quasi 400 persone, 40 delle quali tra Foligno e Perugia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma