Foligno, rifiuti abbandonati in strada: raffica di multe da 600 euro

Martedì 14 Gennaio 2020 di Giovanni Camirri
Un cumulo di rifiuti abbandonata in via Parma a Foligno
FOLIGNO0 - Caccia ai pirati dell’ambiente che abbandonano rifiuti e causano danni alla collettività: c’è una importante novità. Stando a quanto risulta a Il Messaggero, l’azione dell’ispettore ambientale della Valle Umbra Servizi sta dando importantissimi risultati nella battaglia quotidiana nei confronti dei furbetti del sacchettino. Nei primi 12 giorni dell’anno sono stati, infatti, individuati 6 presunti autori dell’abbandono di rifiuti. La cadenza segna una violazione ambientale ogni 48 ore e dei sei casi scoperti due sono più gravi e quattro, con sanzione minore, riguardano una recentissima pratica illegale e cioè l’abbandono dei rifiuti domestici in prossimità dei raccoiglitori stradali dedicati al vetro. I due casi maggiori riguardano due delle zone più martoriare dal rifiuto selvaggio spesso abbandonato nottetempo o, altrettanto spesso, lanciato da auto in corsa in transito lungo le arterie delle zone interessate. Così in via Parma, la che unisce l’area urbana di Sterpete alla campagna, è stato elevato un verbale da 600 euro. L’altra sanzione, sempre da 600 euro, è scattata a carico del presunto autore dell’abbandono dei rifiuti registrato in zona Casevecchie. Gli altro quattro verbali sono relativi all’abbandono dei rifiuti all’esterno dei cassonetti stradali. Situazione ancor più complicata se si considera che questa pratica già non si può fare e che, invece, è stata messa in atto con i sacchetti lasciato fuori dai cassonetti destinati esclusivamente alla raccolta del vetro. Stando a quanto risulta l’amplificazione dei controlli messi in campo alla Valle Umbra Servizi, in seno ai quali rientrano anche gli accertamenti esperiti dall’ispettore ambientale, saranno effettuati ulteriormente senza soluzione di continuità e anche con modalità a blitz. Particolare attenzione, anche sulla scorta degli ultimi verbali elevati, sarà dedicata proprio ai cassonetti stradali dedicati al vetro che rischiano di diventare punti di raccolta non autorizzati e teatro di abbandoni fuorilegge. L’occasione per ribadire, come già più volte fatto, che il mancato rispetto delle procedure di raccolta differenziata comporta, contestualmente, accertamenti, verifiche e conseguenti sanzioni. A ciò va poi aggiunto come, nel caso dei rifiuti cosiddetti ingombranti, lo stesso gestore della raccolta rifiuti e cioè la Valle Umbra Servizi ha predisposto un servizio, previa chiamata, di ritiro a domicilio cui fa seguito il conferimento alle strutture dedicate allo smaltimento. Insomma rispettando le regole si evitano verbali e multe. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma