Foligno, “Ricerche di Enrico Coveri”: firmato accordo tra la maison e la “Ab Creazioni”

Domenica 10 Gennaio 2021 di Giovanni Camirri
Foligno, “Ricerche di Enrico Coveri”: firmato accordo tra la maison e la “Ab Creazioni”

FOLIGNO - Il 2021 a Foligno s’è aperto con un importante accordo commerciale che vede una florida realtà produttiva con base in città, la “Ab Creazioni” Srl, aver firmato un contratto con la maison Enrico Coveri per una linea, legata a maglieria uomo, donna e mantelle, da produrre e distribuire con marchio “Ricerche di Enrico Coveri”. A spiegare di cosa si tratta è Leonardo Mazzocchio, amministratore delegato della “Ab Creazioni” che ha seguito il progetto col supporto del fratello Igino. “Nonostante il calo di fatturato – spiega Leonardo Mazzocchio a Il Messaggero – che s’è attestato intorno ad un meno 20% circa siamo riusciti a definire un importante contratto con la Maison Enrico Coveri per la linea “Ricerche di Enrico Coveri”. Si tratta di un importantissimo risultato che ci dà importanti garanzie anche per il mantenimento dei livelli occupazionali. Ci occuperemo di progettazione quindi design, produzione e vendita su scala nazionale e lo faremo in forza del fatto che la nostra azienda è licenziataria rispetto a questo progetto. Il tutto ovviamente avverrà con la supervisione della maison. Sarà nostro compito – prosegue – curare la distribuzione nei negozi e nella Gdo, la grande distribuzione organizzata, di alto livello. Si tratta di una occasione molto importante che ci permette di attivare un percorso professionale di primissimo livello. Inoltre essendo noi diventati licenziatari abbiamo il diritto di utilizzazione esclusiva del marchio per maglieria uomo, donna e mantelle. Tutto questo tipo di prodotti che si potranno trovare sul mercato saranno prodotti da noi, nel nostro territorio, in base al contratto stipulato. E’ stata, e voglio sottolinearlo, una grande esperienza personale e professionale l’aver conosciuto la signora Silvana Coveri, sorella di Enrico, e Maurizio il loro coordinatore dell’ufficio stile”. Importante è anche il racconto di come è nato questo contatto. E a spiegarlo è ancora Leonardo Mazzocchio. “Tutto è nato – spiega – soprattutto grazie alla richiesta da parte della Gdo di proporre ai propri clienti prodotti marcati di alta qualità. Inoltre un motivo ulteriore è quello che ci permetterà di poter distinguere il marchio “Badiali” per il quale, dopo le chiusure di Roma e Orvieto causate dalla pandemia, sono previste nuove aperture monomarca che si vanno ad aggiungere a quelle già presenti in Umbria e Toscana. L’idea è quella – ricorda – di fornire la Gdo ed altri clienti di fascia medio/alta, con un prodotto che abbia un importante marchio e una alta qualità arrivando contestualmente a diversificare il marchio Badiali. Quello che è stato siglato è per noi un accordo molto importante perché ci permette di incrementare il fatturato dell’azienda con la Gdo e poi è un grandissimo motivo di orgoglio esser stati selezionati da una maison così importante. Guardiamo anche al mantenimento dei livelli occupazioni e potremo proseguire con serenità insieme ai nostri 25 dipendenti cui se ne aggiungono altri 200 dell’indotto, i cosiddetti façonisti. Abbiamo dimostrato che qualità, professionalità e capacità sono il miglior biglietto da visita che dà lustro a Foligno e che porta, in questo caso attraverso di noi, in alto il nome della città e – conclude l’ad Mazzocchio - delle sue tantissime eccellenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA