Foligno, Quintana in lutto: è morto l'ex priore e magistrato Maurizio Metelli. Il presidente della Quintana Domenico Metelli: «Il Covid ci ha portato via un grande uomo»

Venerdì 19 Febbraio 2021 di Giovanni Camirri
Foligno, Quintana in lutto: è morto l'ex priore e magistrato Maurizio Metelli. Il presidente della Quintana Domenico Metelli: «Il Covid ci ha portato via un grande uomo»

FOLIGNO - Giostra della Quintana in lutto: ieri è morto a causa del Covid Maurizio Metelli, 70 anni, storico quintanaro, priore del rione Contrastanga di cui è divenuto priore emerito e magistrato di Palazzo Candiotti. A confermarlo è Domenico Metelli, presidente dell’ente Giostra della Quintana, e cugino di Maurizio. “Siamo distrutti – dice Metelli a Il Messaggero – e non ci sono parole per descrivere questo momento di dolore. Maurizio cui sono legato essendo mio cugino, se ne è andato a causa del Covid. La notizia della sua scomparsa ha lasciato tutti senza parole e con tantissimo dolore e lacrime. È stato un uomo straordinario che poteva sembrare scontroso ma che aveva un cuore grandissimo. Appena pochi giorni prima aveva perso il papà. Tutta la Quintana lo piange. È stato un uomo che ha incarnato il senso di squadra e l’attaccamento alla Quintana. Ed è stato, e fa veramente male parlarne al passo, uno degli ingranaggi essenziali della squadra di Palazzo Candiotti. La sua scomparsa lascia un vuoto grandissimo e non appena sarà possibile lo ricorderemo nella maniera più giusta così da perpetuare il suo esempio di uomo e quintanaro”. Alle parole del presidente Metelli si aggiungono quelle di Carlo Mattioli, priore del rione Contrastanga. “E' venuto – spiega Mattioli attraverso una nota rionale - a mancare un grande uomo, un grande priore e un grande magistrato della Quintana. Maurizio ci ha cresciuti come un padre, ci ha insegnato ad essere uomini e quintanari ed è stato un faro per noi e per le generazioni più giovani. Un modello che portiamo nei nostri cuori. Sarà un'assenza pesante per il Contrastanga e per tutto il mondo della Quintana. Questo Consiglio, quelli che verranno e tutto il popolo di Contrastanga faranno del loro meglio per onorare la sua memoria, seguendo il solco tracciato da un uomo che ha reso grande la nostra storia”. Un dolore profondissimo e incolmabile quello causato dalla scomparsa di Maurizio Metelli. Un dolore che nel silenzio delle lacrime sottolinea quanto l’ex priore fosse amato da tutti. E quella sua apparente scontrosità, che ha raccontato anche il presidente dell’Ente Giostra, era la sua cifra che poi apriva alla condivisione di esperienze con un uomo che aveva davvero un grande cuore. Poche parole, niente compromessi e molti fatti ottenuti col lavoro e la corretta mediazione. Questo è stato Maurizio Metelli.

Ultimo aggiornamento: 20 Febbraio, 08:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA