Foligno, Giostra della Quintana venerdì e sabato in pista per una doppia seduta di test di gara

Mercoledì 10 Giugno 2020 di Giovanni Camirri

FOLIGNO  - Si torna in pista per i test dei binomi della Giostra della Quintana di Foligno e importanti novità arrivano anche dalla Quintana di Ascoli Piceno. Al Campo dei li Giochi si andrà, nel massimo rispetto delle norme covid-19 venerdì 12 e sabato 13 in una doppia seduta che vedrà il primo giorno 5 rioni e il secondo i rimanenti 5 affinare le strategie di gara e l’affiatamento tra cavallo e cavaliere. Si parte, stando a quanto risulta a Il Messaggero, venerdì con La Mora (17-17.55), Croce Bianca (18-18.55), Pugilli (19-19.55), Badia (20-20.55), Morlupo (21-21.55). Il giorno seguente si procederà con gli altri rioni secondo il seguente ordine: Cassero (18-18.55), Ammanniti (19-19.55), Spada (20-20.55), Contrastanga (21-21.55), Giotti (22-22.55). Il tutto rientra in quanto deliberato nei giorni scorsi dal Comitato Centrale rispetto l’individuazione di date in cui effettuare la Giostra della Sfida e quella della Rivincita. In quella riunione si è deliberato per il 29 agosto lo svolgimento della Giostra della Sfida, già prevista per il 13 giugno e rinviata per l’emergenza Coronavirus. La Giostra della Rivincita si terrà, invece, il 20 settembre. “La decisione presa – avevano spiegato da Palazzo Candiotti - conferma la volontà dell’Ente Giostra e dei 10 Rioni, sempre che sussistano le necessarie condizioni di sicurezza e di rispetto normativo, di tenere viva anche per il 2020 la maggiore festa cittadina”.
QUI ASCOLI
Come detto importanti novità, anche in chiave folignate, arrivano da Ascoli Piceno e dalla sua Quintana. Dalle Marche si apprende che con 4 voti favorevoli e 2 contrari nei giorni scorsi p stato deciso che la Quintana di agosto ci sarà e si svolgerà nella giornata dedicata al patrono Sant’Emidio appunto domenica 2 agosto, mentre è stato confermato il rinvio di quella di Luglio che doveva disputarsi l’11 luglio, al 4 ottobre. La decisione è stata presa durante la riunione tra il Consiglio degli anziani e i sei capo sestieri. Per l’ufficialità manca solo il sì da parte del Magnifico Messere, ossia del sindaco, Marco Fioravanti. Un segnale importante, quello che arriva da Ascoli, e che ricade anche su Foligno visto che molti dei cavalieri giostranti sono sempre più spesso i big di Foligno.
IL PUNTO
Ciò che resta da capire sia per Ascoli che, in particolare per Foligno, è come saranno applicate le norme di contenimento contagio da covid-19. Sul punto si sta lavorando pronti a mettere in atto tutte le indicazioni che arriveranno dalla Prefettura e dal Commissariato di Pubblica Sicurezza. Intanto si ragiona pure su come organizzarsi per le taverne dei 10 rioni folignati. Si pensa, ma si dovrà attendere l’ufficialità, ad un possibile ampliamento degli spazi esterni così da andare ad amplificare la festa all’aperto. E nel frattempo le stesse taverne sono state messe a disposizione, in attesa della loro possibile apertura quintanara, dei commerciati e degli operatori economici che le volesse utilizzare. Sul tavolo della principale manifestazione cittadina c’è tanto, e soprattutto c’è voglia di fare. Certamente il rispetto delle norme anti contagio resta il primo obiettivo che va in parallelo con la sicurezza dei cavalli e dei cavalieri. Come tutto evolverà lo si vedrà più avanti. Intanto si lavora anche al progetto di imbandierare la città per avviare il clima della Giostra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA