Foligno, Giostra della Quintana rione Cassero in festa: «I più forti siamo noi»

Lunedì 14 Ottobre 2019 di Giovanni Camirri
FOLIGNO - Giostra della Quintana, ad una settimana dalla Singolar Tenzone Straordinaria per Norcia, il rione Cassero ha festeggiato la vittoria. E lo ha fatto ieri portando in sfilata per le vie del centro il Palio del 6 ottobre e i due del cappotto 2018. Tutti e tre i pali sono stati vinti dalla coppia di ferro Luca Innocenzi e Guitto. “Abbiamo voluto festeggiare – ha detto il priore Fabio Serafini – queste tre vittorie facendo sfilare i tre palii che le simboleggiano”. “Quando al talento – spiegano da rione Cassero - si aggiunge la quotidiana dedizione, non raggiungere la vittoria è solo un imprevisto. Non è passato neanche un mese da quando – viene detto all’indirizzo di Luca Innocenzi -, consapevoli del tuo valore, ti dedicavamo queste parole. Oggi il tuo talento e la tua dedizione ci permettono di festeggiare la conquista del terzo palio in due anni! E allora signori, giù il cappello...Sorriso sul volto e lancia alzata al cielo! La storia si ripete! Grazie Luca! Pertinaci Sempre”. A filare per le vie del centro c’era una gruppo compatto del Cassero che ha riassunto tutti i settori rionali: dalla varie commissioni al Consiglio, passando per i tamburini e tutte le altre figure della Torre Merlata, fino al priore Fabio Serafini. Quando il mini corteo, che ha preso le mosse da piazza San Domenico, cuore dle rione Cassero e ha toccato piazza della Repubblica, è rientrato alla base la festa è proseguita segnata dai suoi di tamburo e dalla gioia dei casserini.
CROCE BIANCA
Intanto, rimanendo in tema di Giostra della Quintana, il rione Croce Bianca, guidato dal priore Andrea Ponti, come già anticipato nei giorni scorsi ha confermato la fiducia nel cavaliere Massimo Gubbini. E lo ha fatto ufficializzando quanto deciso con una nota firmata dal Consiglio Rionale. “Il Consiglio del rione Croce Bianca – si legge nel documento - ribadisce la piena fiducia al cavaliere di Giostra Massimo Gubbini esprimendo piena soddisfazione per il suo operato. Massimo si è dimostrato tecnicamente ineccepibile, nonostante le difficoltà pervenute nei mesi scorsi, e per questo vogliamo ringraziarlo profondamente per il lavoro svolto in questo anno di Giostra. La vittoria della Rivincita è stata il coronamento di un sogno che non finirà mai fino a ché Massimo Gubbini rimarrà il Fedele di Croce Bianca e per questo intendiamo portare avanti un ambizioso progetto di scuderia, già iniziato – viene ricordato - con questo mandato rionale, che potenzieremo per quanto possibile nei prossimi tre anni. Gli investimenti nel settore tecnico continueranno per mettere in condizione Massimo Gubbini di sfruttare al meglio il proprio potenziale e portare il Rione Croce Bianca a conseguire future Vittorie. Un sincero grazie, quindi, a Massimo, per la grande professionalità dimostrata, ma anche per l’umiltà e la dedizione al lavoro di Scuderia e per non essersi mai risparmiato al Campo sia nelle prove che nelle Giostre passate: sempre disponibile a dare il tutto per tutto e a crederci fino in fondo, con impegno ed entusiasmo”.
LE PROSPETTIVE
E mentre il Cassero fa festa e il Croce Bianca continua a puntare su Gubbini, ci sono altri nodi da sciogliere. L’esito delle Quintane 2019, Sfida, Rivincita e Straordinaria, ha aperto ad un ragionamento su potenziali cambi di sella. Ed ha se le prossime giostre si disputeranno l’anno prossimo ci sarebbero già in atto alcuni movimenti, stando a rumors, rispetto ai quali si attendono le necessarie conferme del caso. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma