Foligno, Giostra della Quintana: le pagelle della Rivincita 2019

Lunedì 16 Settembre 2019 di Luca Benedetti
Massimo Gubbini vincitore della Quintana della Rivincita
FOLIGNO - Tredici centesimi. Avete capito cosa vuol dire la Quintana? Tre stretti in 13 centesimi a giocarsi la finale e vincerla (e perderla) per sette. Uno spettacolo (quasi) mai visto. Applausi.
Massimo Gubbini (Croce Bianca). Max è da standing ovation. Quando uno è campione, è campione sempre. Cavallo nuovo, tattica, crono al centesimo e palio in saccoccia. Semplicemente Super Magic. Voto 10
Daniele Scarponi (Spada). Serve un match analyst per capire come abbia stuprato, col braccino, la seconda. Conterà fino a sette (centesimi) per mille notti. Il Pugilli dietro è la consolazione dei poveri. Voto 7.
Pierluigi Chicchini (Pugilli). Doveva difendere il palio e lo ha fatto con i denti. È rientrato, ha lottato. Lo Spada che perde così, quando finisce davanti non è una dramma. Voto 6,5.
Luca Innocenzi (Cassero). A Guitto manca il guizzo. Innocenzi a secco di Giostre, anche col netto, è una notiziaccia. Voto 6.
Cristian Cordari (Badia). Da non credere. Stavolta è stato normale. Né eroe, né rodeo. Preciso e tosto. Voto 6,5.
Mattia Zannori (La Mora). Sempre lì nel mezzo. Come l’Oriali di Ligabue. Magari poi fai un passo indietro, come alla terza. E ti chiedi chi sei. Voto 6.
Alessandro Candelori (Giotti). Dopo il giugno nero, si può anche capire l’esultanza sotto gli ultrà per un netto. Ma quando lui è arrivato, chi ha vinto stava già pappando in taverna. Voto 6.
Lorenzo Paci (Morlupo). L’infortunio lo porta fuori classifica. Ma che non fosse giornata si era capito subito. S.V.
Daniele Ravagli (Contrastanga). Il ragazzo deve essere pignolo. Dopo aver toccato due bandierine, la terza finalmente la abbatte. Voto 2.
Marco Diafaldi (Ammanniti). Più o meno è andata così: «Mamma, mi dai un gettone per il cavallino?». Insert coin e game over prima dell’arrivo degli indiani. Voto 1. Ultimo aggiornamento: 17 Ottobre, 22:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma