Foligno, Giostra della Quintana: compleanno da poker all’ombra del cavallo di Porta Romana con Luca Innocenzi

Foligno, Giostra della Quintana: compleanno da poker all’ombra del cavallo di Porta Romana con Luca Innocenzi
di Giovanni Camirri
3 Minuti di Lettura
Martedì 30 Novembre 2021, 13:51

“Semel in anno licet insanire”. Ed è proprio vero che una volta l’anno è lecito impazzire nel senso di “uscire da se stessi” e dalla rigidità delle abitudini e dagli obblighi della forma. Ed è allora che scatta la festa. Così domenica intorno alle 20 a Porta Romana, proprio sotto il cavallo bianco di legno che guarda il Campo de li Giochi c’è stato un aperitivo nel segno del poker. Quattro infatti gli invitati, quattro i compleanni da festeggiare e ancora 4 i palii vinti. All’aperitivo del poker c’erano esclusivamente Luca Innocenzi, fresco dell’ennesimo risultato, quello che l’ha incoronato “Miglior Cavaliere d’Italia” (nato il 25 novembre), il fratello Andrea (4 ottobre), Leonardo Polli (5 novembre) e Mirco Valentini (24 novembre). Brindi fatto e reciproci auguri scambiati, l’occasione è servita anche a fare il punto di un anno di lavoro, di impegno, di simbiosi tra cavallo, cavaliere e staff. Sabato, come detto, Innocenzi è stato incoronato miglior cavaliere d’Italia. L'edizione di quest'anno del premio è stata particolare poiché sono state incluse le manifestazioni disputate nel 2020 (in totale sono state cinque le manifestazioni corse lo scorso anno) ed ovviamente quelle effettuate quest'anno, nel 2021. Miglior Cavaliere (in classifica 29 candidati), quindi, Luca Innocenzi (Giostra della Quintana di Foligno 2020, Torneo Cavalleresco di Castelclementino 2020, Quintana Ascoli luglio 2021, Giostra della Quintana della Sfida e della Rivincita di Foligno 2021, Torneo Cavalleresco di Castelclementino 2021). Poi è stato premiato anche il binomio più vittorioso (in classifica 34 candidati) e cioè Luca Innocenzi su Guitto (Giostra della Quintana di Foligno 2020, Quintana della Sfida e Rivincita 2021) e la scuderia più vittoriosa (in classifica 5 candidati) Scuderia Manfredo Orazi di Cagliole e Roberto Innocenzi di Foligno per Guitto (Giostra della Quintana di Foligno 2020, Quintana della sfida e rivincita 2021), Solo Amici (Torneo Cavalleresco di Castelclementino 2020), Love Story (Quintana di Ascoli) e Un’estate fa (Torneo di Castelclementino 2021). Un segno, quello che spiega il dna di professionista incarnato da Luca Innocenzi, riassunto nella letterina che i supi tre nipoti gli hanno scritto in occasione della festa delle vittorie del rione Cassero: “Caro zio Luca ci tenevamo tanto – si legge - in questa serata che ti stiamo festeggiando le tue vittorie a fare anche noi una piccola sorpresa per te sperando di restituirti almeno un po’ della gioia che negli anni ci hai regalato. Volevamo tanto ricordarti – si legge ancora nella letterina - che tu per noi sei un grande esempio di forza ci sta insegnando come nella vita si deve credere e combattere per i propri sogni come l’impegno e la costanza riguardano. Sempre con grandi risultati per queste e molte altre regioni sei il nostro grande campione e siamo super fortunata ad averti con noi. Saremo sempre lì accanto a te continua a vincere per noi ti vogliamo un mondo di bene: i tuoi nipoti Vittoria Alessandro e Greta”. Un unicum incarnato da Luca Innocenzi e Guitto, la coppia in Giostra che, per i colori del rione Cassero oltre ad aver vinto Quintana in serie, detiene il record di pista, che ha visto cavaliere e cavallo crescere insieme spiegando a tutti, e i risultati lo dimostrano, che la Giostra è una ma la si vince in due lavorando sempre in simbiosi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA