Foligno, Festa di Scienza e Filosofia rappresenterà l'Umbria a Matera la Capitale europea della cultura

Foligno, Festa di Scienza e Filosofia rappresenterà l'Umbria a Matera la Capitale europea della cultura
di Giovanni Camirri
3 Minuti di Lettura
Martedì 2 Aprile 2019, 17:01

FOLIGNO - Festa di Scienza e Filosofia rappresenterà l’Umbria a Matera nell’anno in cui il capoluogo lucano celebra il titolo di Capitale europea della cultura. L’appuntamento è per il 21 settembre prossimo, quando la grande Festa culturale umbra si presenterà all’interno della sezione dedicata agli eventi scientifici e matematici. L’annuncio è del direttore del Laboratorio di Scienze Sperimentali, Pierluigi Mingarelli, nel giorno della presentazione alla città di Foligno della nona edizione della manifestazione, in programma da giovedì 11 a domenica 14 aprile. Un’edizione che sta riscuotendo un enorme successo di pubblico, con le prenotazioni che, a nove giorni dall’apertura, hanno già toccato quota 60 per cento. Ad oggi, infatti, i numeri parlano di 7.714 posti prenotati dei 12.667 disponibili, mentre manca ancora più di una settimana al taglio del nastro. Festa di Scienza e Filosofia si conferma così uno degli appuntamenti più attesi del panorama culturale regionale, riscontrando un forte interesse sia nei giovani che negli adulti, sia tra i cittadini che tra i turisti. A dimostrarlo sono anche i numeri che stanno facendo registrare le strutture ricettive del territorio, che si preparano ad ospitare non solo i relatori, ma anche amanti ed appassionati del mondo scientifico ed umanistico provenienti da tutta Umbria ma anche da altre regioni italiane, a cominciare dal vicino Lazio per poi passare alle Marche, alla Toscana ed all’Emilia Romagna, e fino ad arrivare su in Lombardia e giù in Puglia. Ma il pubblico di Festa di Scienza e Filosofia non parlerà solo italiano, con presenze dagli Stati Uniti e dal Belgio, dalla Finlandia e dall’India, dalla Grecia e dalla Thailandia, senza dimenticare l’Inghilterra. Guardando al programma ad arrivare in città saranno ben 135 relatori, tra cui 41 donne e 22 Under 35, per un totale di 140 conferenze in soli quattro giorni. Si tratta di grandi nomi del panorama scientifico ed umanistico nazionale ed internazionale, che hanno voluto rispondere presente all’invito del Laboratorio. Tra loro anche Piergiorgio Odifreddi, Massimo Arcangeli, Paolo Plevani, Alberto Diaspro, Enrico Flamini, Joseph Aschbacher, Pietro Greco, Paolo Flores D’Arcais, Mary J. Case, Eva Kondorosi, Antonio Navarra ed Eugenio Coccia. Dal titolo “Evocare il mondo. L’esplorazione della realtà”, la nona edizione si comporrà di sette sezioni “Intelligenza artificiale”, “Scienza e diritto”, “Cervello e mente”, “Le nuove frontiere del genoma editing”, “Il nostro cuore”, “I cambiamenti climatici” e “La conquista dello spazio”. Ad anticipare il taglio del nastro ufficiale della nona edizione, in programma per giovedì 11 aprile alle 16 all’Auditorium San Domenico, sarà l’anteprima che si terrà a Norcia mercoledì 10 aprile alla presenza del giornalista scientifico Piero Bianucci e realizzata in collaborazione con l’Istituto omnicomprensivo “De Gasperi - Battaglia”. Tra gli appuntamenti speciali, il concerto del Trio Zuckerman (venerdì 12, alle 21, all’Auditorium San Domenico) in collaborazione con gli Amici della Musica di Foligno e l’incontro con Fabrizio Spada dal titolo “Elezioni europee 2019: la campagna istituzionale stravolto.eu”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA