Foligno, ex consigliere comunale ripulisce un sottopassaggio sporco

Domenica 27 Maggio 2018 di Giovanni Camirri
FOLIGNO - «Il sottopassaggio è sporco? Lo pulisco io». A trasformarsi in “volontario per un giorno” è stato Massimo Stoppini, pensionato delle Ferrovie ed ex consigliere comunale in forza all’allora Pds quando sindaco era Maurizio Salari. Pomo della discordia il Passaggio Europa, il sottopassaggio pedonale che unisce il polo scolastico all’area di parcheggio pubblico e terminal bus del Plateatico. «Da diversi giorni - racconta Stoppini - questo fondamentale passaggi pedonale è pieno di cartacce, lattine, involucri di merendine e qualche bottiglia rotta. Una situazione - prosegue - che è sotto gli occhi di tutti ma che sembra non trovare soluzione. Ho posto all’attenzione il problema e mi è stato spiegato che c’è una situazione di specifiche competenze che non possono essere travalicate. Quindi, in attesa che la burocrazia faccia il suo corso attraverso i tempi che necessitano, ho deciso, da cittadino, di darmi da fare sperando che questa mia azione in favore del ripristino del decoro urbano, possa essere imitata prima evitando di sporcare e poi, ma dev’essere l’estrema necessità, dando una mano a ripulire - conclude - i beni di pubblica fruizione». Stoppini s’è presentato al Passaggio Europa, lato plateatico, armato di scopa e sacchetti per l’immondizia e per spiegare il perché della sua presenza ha pure indossato una pettorina giallo fosforescente, del tipo di quelle che si tengono in auto e che vengono utilizzate in caso di emergenza. Su retro Stoppini ha scritto con un pennarello nero “Volontario per un giorno”. Basta infatti una giornata per ridare dignità ai luoghi di tutti. Tanto più in presenza di eventi come la Notte Rosa, dove c’è un afflusso di persone in città ce raggiunge livelli altissimi e a cui va fornito un giusto decoro dei luoghi. © RIPRODUZIONE RISERVATA