Foligno, dopo la storia raccontata da Il Messaggero il sindaco premia l' “agente eroe” della Polizia Locale

Sabato 4 Luglio 2020 di Giovanni Camirri
A sinistra il sindaco di Foligno Stefano Zuccarini e a destra l'appuntato scelto della Polizia Locale Claudio Tamburo
FOLIGNO - Dopo il recente articolo de Il Messaggero, dove si raccontava l’impegno per la comunità profuso dall’appuntato scelto della Polizia Locale Claudio Tamburo, il sindaco Stefano Zuccarini ha voluto premiare il grande cuore di questo operatore “cittadino in divisa a servizio della comunità”. L’appuntato scelto Tamburo dal 1998, anno in cui per la prima volta ha indossato la divisa del Corpo della Polizia Locale, a questi giorni ha salvato 4 vite, l’ultima appena pochi giorni or sono. Un impegno civile davvero encomiabile , ma , e soprattutto, il segno di cosa vuol dire essere un cittadino a servizio della comunità. Ecco la nota diffusa ieri dal Comune: “Il sindaco di Foligno, Stefano Zuccarini, ha ricevuto in Consiglio comunale Claudio Tamburo, agente della polizia municipale, che, nel tempo, ha salvato quattro persone ed è stato premiato con la spilla con lo stemma della città”. “Abbiamo ricevuto nella sala del Consiglio comunale, Claudio Tamburo, appuntato scelto della Polizia Locale che, da quando indossa la divisa, si è reso protagonista del salvataggio di ben quattro vite umane”, ha detto il sindaco Zuccarini. “Nell'ultimo caso, l’agente, grazie alle sue capacità dialettiche, ha scongiurato un suicidio, facendo desistere un giovane dal gesto fatale, ha proseguito il sindaco. Ho voluto donargli, a nome di Foligno tutta, la spilla con lo stemma della città che ho orgogliosamente appuntato al petto in segno di profonda stima e sentito riconoscimento. Con l'occasione abbiamo ringraziato il comandante Marco Baffa e l’intero corpo della polizia municipale per il lavoro svolto tutti i giorni a beneficio della comunità”. Un riconoscimento importante che sottolinea come la Polizia Locale e i suoi operatori e il loro comandante, il tenente colonnello Marco Baffa, siano a servizio della cittadinanza anche in situazioni diffiili come quelle che richiedono fermezza. “L’appuntato scelto Tamburo – aveva detto il comandante Baffa a Il Messaggero – ha usato l’arma più efficace: il dialogo”.  © RIPRODUZIONE RISERVATA