Foligno, Caritas e Polizia Ferroviaria insieme per sostenere gli ultimi con i “Binari della Solidarietà”

Sabato 22 Agosto 2020 di Giovanni Camirri

FOLIGNO - “Collaboriamo realizzando i binari della Carità”. Così Mauro Masciotti, direttore della Caritas Diocesana di Foligno riassume, parlando con Il Messaggero, la collaborazione che la Caritas ha instaurato con la Polizia Ferroviaria della Sezione di Foligno. “Ciò che s’è creato e che continua a crescere – piega Masciotti – è un grande rapporto umano che vede collaborare persone a sostegno di altre persone. Così interveniamo come Caritas sulle marginalità e in collaborazione don La Polfer operiamo per quei casi di marginalità, anche estrema, che possono avere come sfondo di passaggio gli scali ferroviari. Penso ad esempio alla questione dei senza tetto. Il Caso di Foligno è esemplare proprio grazie a questa collaborazione. Il primo approccio vede intervenire gli agenti della Ferroviaria che si sincerano delle condizioni del bisogno e contestualmente ci attivano come Caritas. Da parte nostra, nell’ottima dell’accoglienza e rispettando l’alveo del nostro ruolo e delle nostre competenze, proseguiamo contestualmente al supporto alimentare, a quello del vestiario e, laddove ci siano le condizioni previste, anche a dare un riparo temporaneo presso l’Ospitale della Carità. L’approccio ai singoli casi – prosegue – è di volta in volta diverso e punta sempre a dar e sostegno a chi è veramente bisognoso”. Una ottima collaborazione, quindi, quella tra Caritas Diocesana e Polizia Ferroviaria Sezione di Foligno che ha dato e continua a dare importanti risultati. “I nostri volontari – prosegue Masciotti – pongono in essere tutte le procedure per poter dare assistenza ai bisognosi così come un ruolo importante in aspetto della Carità viene svolto dagli stessi poliziotti della Ferroviaria. Non sono infatti rari i casi dove sono gli stessi agenti, come ci raccontano le persone assistite, a dare il primo conforto ai bisognosi. Un conforto umano – conclude il direttore della Caritas Diocesana di Foligno - fatto di persone che si occupano di altre persone”. E questa collaborazione è risultata essenziale per affrontare le varie emergenze climatiche come quella del freddo in inverno o del caldo in estate dando un spinta di speranza a chi, sempre più spesso, quella speranza l’ha persa, Un’azione di solidarietà, quella raccontata dal direttore Masciotti, che vede la stazione ferroviaria di Foligno praticamente non registrare la presenza di senzatetto proprio grazie all’azione corale, che coinvolge anche le Ferrovie, riassunta dai “binari della carità”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA