Foligno, bimba vuole così tanto venire al mondo che nasce in ambulanza

Sabato 28 Novembre 2020 di Giovanni Camirri

FOLIGNO . La voglia di venire al mondo è andata più veloce dell’ambulanza del 118 che stava accompagnando una mamma in dolce attesa all’ospedale “San Giovanni Battista di Foligno. Una voglia forte al punto che ha dato un messaggio di speranza per tutti in un momento complesso e delicatissimo come quello attuale pesantemente segnato dalla pandemia da Covid 19. Il miracolo della vita, di una nuova vita, ha preso forma ieri ed è ruotato tutto intorno a 4 donne: la mamma, la bimba appena nata, una dottoressa e una infermiera del 118. Durante il trasporto verso l’ospedale la neo mamma è andata in travaglio. La corsa in emergenza verso il “San Giovanni battista” è stata battuta dalla neonata che non ha voluto attendere l’accesso al reparto per venire alla luce. Una voglia così grande di venire alla luce che è positivamente cresciuta attimo dopo attimo fino al primo vagito della piccola. Dottoressa e infermiera del 118 hanno fatto la loro parte, così come la neo mamma, ma chi ha fatto tutto spiegando, pur se non ovviamente a parole, è stata la piccola venuta alla luce. E’ stato un momento davvero emozionante che sarà ricordato da tutti i protagonisti di questa giornata iniziata ieri prima delle 8 del mattino. Un ricordo che rimarrà fisso nello staff sanitario che ha seguito il parto in ambulanza e dello stesso autista che guidava il mezzo d’emergenza e, ovviamente, della stessa mamma. Una voglia davvero grande di venire al mondo che sarà anche per la bimba un piacevole ricordo da tramandare nel racconto quando sarà più grande. Una bella storia di sanità pubblica che spiega ancora una volta la preparazione di medici e infermieri, in questo caso del 118, pronti ad intervenire in ogni tipo di scenario. Un’azione, la loro, che viene svolta ben lontano dai riflettori della ribalda, ma che da certezze e sicurezza. E, come in questo caso, anche buone notizie della quali, soprattutto in tempi di pandemia e restrizioni, si ha bisogno. E non c’è più bella notizia di una nuova vita che si affaccia al mondo pronta a vivere esperienze e a combattere battaglie su tanti fronti. In passato un episodio simile aveva visto entrare in azione sanitari dell’ospedale “San Giovanni Battista”. Anche qui un donna, che poco dopo sarebbe divenuta mamma, ha visto l’erede venire alla luce prima di entrare in ospedale. La donna entro in travaglio e per raggiungere l’ospedale salì in auto insieme ad un familiare. Appena arrivata a due passi dal “San Giovanni Battista” il neonato è venuto alla luce e i sanitari anche in quel caso riuscirono a scrivere un lieto fine per una nuova vita venuta al mondo. Storie di vite nuove e storie di persone. Ma soprattutto storie di professionalità dove le scelte che si fanno nella velocità dell’emergenza vengono fatte con l’esperienza della professione. Una esperienza multiscenario che vede gli specialisti del 118, nel loro ruolo di avanguardia dell’emergenza-urgenza, agire per primi e chiamati a dare la giusta chiave di lettura sanitaria ad ogni intervento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA