Foligno, armato di coltello rapina una donna: caccia al bandito in bicicletta. In azione i carabinieri

Foligno, armato di coltello rapina una donna: caccia al bandito in bicicletta. In azione i carabinieri
di Giovanni Camirri
3 Minuti di Lettura

FOLIGNO - Armato di coltello ha rapinato una donna e poi è fuggito in bicicletta. È accaduto venerdì mattina, a Foligno in via Lazio lato innesto con via IV Novembre. La vittima è una donna che è stata già scippata nelle scorse settimane dal bandito solitario che in sella ad una bicicletta ha messo a segno una serie di scippi, furti e rapine. Il modus operandi è quasi sempre lo stesso, ma c’è il sospetto che ad indossare l’abito del ciclo-bandito possano essere anche soggetti diversi e sostanzialmente emulatori. La donna rapinata ieri s’è vista sottrarre 150 euro, denaro poco prima prelevato. Circostanza quest’ultima che farebbe pensare che il rapinatore possa averla seguita. Ovviamente si tratta di una mera ipotesi che potrà essere confermata o smentita dalle indagini. Sul fatto stanno indagando i carabinieri della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Foligno. Gli investigatori dell’Arma avrebbero già indirizzato le indagini verso un filone definito, circoscritto e sostanzialmente chiaro. E sul punto non si escludono importanti sviluppi in tempi ragionevolmente brevi. La donna rapinata ieri aveva subito il furto della borsa nelle scorse settimane e all’epoca il bottino è stato di 20 euro. Il punto ulteriore che in sede di investigazioni si sta approfondendo è quello legato alla pista dei soldi. L’ondata di scippi, rapine e furti su auto s’era di fatto fermata in costanza del massiccio innalzamento della pressione investigativa posta in essere da carabinieri e polizia, che procedono sui diversi casi, con la collaborazione di Guardia di Finanza e Polizia Locale. Dopo giorni di apparente calma, il bandito in bicicletta ha colpito di nuovo. Anche la zona in cui è entrato in azione potrebbe dare un ulteriore spinta alle indagini. L’area è un punto di transito da e per il quartiere Prato Smeraldo, ma a pochi metri lo è anche per il versante viale Ancona e l’area di via Piave vastissima zona teatro di alcuni degli scippi su cui si sta indagando. Il che potrebbe portare ad una distinzione, pur se con medesimo modus operandi, negli autori di scippi, furti e rapine. In pratica ci sarebbe un bandito che si muove dal confine col centro storico verso la periferia e altri che, invece, sembrerebbero prediligere la città vecchia e il suo dedalo di vie e vicoli da usare tanto per colpire che per dileguarsi velocemente. Anche in questo caso ipotesi. L’unica cosa certa è che le investigazioni stanno procedendo senza soluzione di continuità e lo stanno facendo nel riserbo più stretto necessario a giungere ad una svolta importante e, si spera, risolutiva che servirà a ripristinare i giusti livelli di sicurezza in città.

Domenica 2 Maggio 2021, 07:37 - Ultimo aggiornamento: 3 Maggio, 07:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA